Il sindaco di Anagni chiede il rinvio dell’apertura delle scuole al 24 settembre.

Anagni: Ordinanza per slittamento inizio scuola. Richiesta di posticipare l’apertura al 24 settembre.

CITTA’ DI ANAGNI
PROVINCIA DI FROSINONE
SERVIZIO ATTIVITA’ SOCIALI, CULTURALI,
SCOLASTICHE E PROMOZIONALI
Ordinanza Sindacale n. 14 del 10/09/2020
OGGETTO: POSTICIPO INIZIO DELLE ATTIVITA’
DIDATTICHE AL 24 SETTEMBRE 2020 DELLE SCUOLE
DEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI 1 E 2

IL SINDACO

Rilevato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità il 30 gennaio 2020 ha
dichiarato l’epidemia da Covid-19 (Coronavirus) un’emergenza di sanità pubblica di
rilevanza internazionale e successivamente, in data 11 marzo 2020, in considerazione
dei livelli allarmanti di diffusione e gravità ha dichiarato che il COVID-19 può essere
caratterizzato come una pandemia;
Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020 con la quale è stato
dichiarato per sei mesi lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio
sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
Visto il D.L. 30 luglio 2020 n.83, con il quale è stato prorogato lo stato di emergenza
fino al 15 ottobre 2020;
Vista la Delibera della Giunta Regionale 413/2020 del 30/06/2020 con la quale è
stato approvato il calendario scolastico per l’anno 2020-2021, con inizio delle attività
didattiche il 14 settembre 2020;
Visto che in data 8 settembre 2020 si è tenuta la riunione tra la Regione Lazio e Anci
Lazio richiesta da molti Comuni per affrontare le problematiche legate alla riapertura
delle scuole alla data del 14 settembre 2020 che come rappresentato dai comuni stessi
ricadono sulle amministrazioni comunali, per attuare con puntualità le complesse
normative per la prevenzione del contagio da coronavirus, non ultima la riapertura
delle scuole sede di seggio elettorale;
Che dalla riunione è emerso che la Regione Lazio ha confermato il calendario
scolastico approvato con DGR 413/2020 e quindi la data di inizio delle attività
didattiche al 14 settembre 2020, aggiungendo che i Sindaci anche in concerto con le
Istituzioni scolastiche locali, interessate, in caso di gravi difficoltà, possono ricorrere
allo strumento dell’Ordinanza, posponendo così l’inizio dell’anno scolastico;
Sentiti i Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi I e II;
Acquisita la pec del Dirigente del Comprensivo II prot. n. 3378 del 9 settembre
2020;
Acquisita la pec del Dirigente del Comprensivo I prot. n. 4221 del 9 settembre 2020;
Pertanto relativamente alle richieste avanzate dai Dirigenti Scolastici degli Istituti
Comprensivi 1° e 2° motivate dal fatto di consentire la riapertura in sicurezza di tutti
i plessi scolastici in quanto, nonostante gli sforzi compiuti dall’Amministrazione
Comunale per la consegna nei tempi più brevi dei plessi interessati dai lavori di
sistemazione ed adeguamento, permangono problemi e criticità relativi alla
sistemazione degli arredi e della segnaletica di sicurezza di competenza dei degli
Istituti Comprensivi, per cui una finestra temporale ulteriore, per quanto breve,
consentirebbe sicuramente una soluzione definitiva;
Rilevato altresì che le consultazioni elettorali del 20 e 21 settembre p.v.
determinerebbero necessariamente una pressoché immediata sospensione delle
lezioni atteso che i plessi scolastici sono prevalentemente sede di seggi elettorali, con
la conseguente necessità di procedere ad una doppia attività di disinfezione e
sanificazione i cui costi gravano per lo più sui comuni;
Ritenuto, conseguentemente che ricorrano le condizioni di necessità ed urgenza che
giustificano l’adozione di misure eccezionali rivolte a posporre l’inizio delle attività
didattiche;
Visto l’art. 50, comma 5, del D.lgs. 267/2000 che recita espressamente: “In
particolare, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere
esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal Sindaco,
quale rappresentante della comunità locale.”;
Visto l’art. 50, comma 6, del D.lgs. 267/2000 che recita espressamente: “In caso di
emergenza che interessi il territorio di più comuni, ogni sindaco adotta le misure
necessarie fino a quando non intervengano i soggetti competenti ai sensi del
precedente comma.”;
Per le motivazioni sopra riportate

ORDINA

CHE L’INIZIO DELLE ATTIVITA’ DIDATTICHE DELLE SCUOLE STATALI
DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO DEGLI
ISTITUTI COMPRENSIVI I E II SIA POSTICIPATO AL 24 SETTEMBRE 2020.

DISPONE

La trasmissione della presente ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi I e II
e all’Ufficio Scolastico regionale del Lazio nonché:
Alla Prefettura di Frosinone
Al Comando Stazione Carabinieri
Al Comando di Polizia Locale
Al Responsabile del servizio LLPP-Patrimonio
Al Responsabile del Servizio Scolastico
Alla Ditta del Trasporto Scolastico
Che il presente provvedimento venga Pubblicato nell’Albo pretorio del Comune e
sul Sito Istituzionale dell’Ente Comunale.

Informa

Che contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale
Amministrativo Regionale (TAR) Lazio, entro 60 giorni dalla data della
pubblicazione del presente atto all’Albo Pretorio di questo Comune, oppure Ricorso
straordinario al Capo dello Stato, entro 120 giorni dalla data della pubblicazione del
presente atto all’Albo Pretorio di questo Comune.

Il Sindaco
Avv. Daniele Natalia 

Visite: 98

Potrebbero interessarti anche...