Prefigurare il futuro: continua il progetto che promuove la resilienza nelle scuole.

Prefigurare il futuro: continua il progetto che promuove la resilienza nelle scuole


Fondazione Patrizio Paoletti presenta i dati della prima edizione, che ha ricevuto il plauso del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, e lancia la seconda edizione con un evento gratuito online per le scuole, gli insegnanti, gli studenti e i genitori.

Mercoledì 5 ottobre, dalle 18:30 alle 20:00, la Fondazione Patrizio Paoletti presenterà in una conferenza online i risultati preliminari della prima edizione del progetto “Prefigurare il futuro. Diventare i migliori amici di se stessi” e darà il via alla seconda edizione.

L’evento è aperto a tutti gli insegnanti e i genitori interessati a scoprire di più e aderire al progetto. Sarà fruibile on-line su piattaforma Zoom, previa iscrizione gratuita al link: bit.ly/presentazione-pf-scuola

Promosso dalla Fondazione nelle scuole su tutto il territorio nazionale, il progetto è rivolto ai ragazzi dai 12 ai 18 anni, ai loro genitori, agli insegnanti e a tutti gli operatori scolastici.  Il suo obiettivo è fortificare studenti, insegnanti, genitori per prevedere, prevenire, prepararsi ai cambiamenti nel periodo del post Covid. Promuove resilienza, speranza e prefigurazione attraverso strumenti pratici, derivati dalle conoscenze sul funzionamento cerebrale.

La nuova edizione, che parte a ottobre 2022 e durerà fino a marzo 2023, vedrà realizzarsi un percorso formativo blended costituito da incontri live webinar, videolezioni, incontri in presenza nelle scuole erogati dall’equipe interdisciplinare di psicologi, pedagogisti e formatori della Fondazione Patrizio Paoletti. Il suo intento sarà aiutare migliaia di ragazzi, famiglie e insegnanti a posizionare in un orizzonte di senso le crisi e i cambiamenti in corso, trasformando le fragilità in forza e determinazione.

Adolescenti e adulti oggi più che mai hanno bisogno di nuovi strumenti per affrontare i

cambiamenti in atto. Le neuroscienze e un approccio interdisciplinare all’educazione può aiutarci a comprendere la complessità sociale che viviamo e a gestirla con metodi e tecniche scientificamente testati.

Nella nuova edizione verranno affrontate tematiche come la gestione dell’ansia e dell’isolamento, i rischi del web, la scoperta dei talenti, che saranno accompagnate da tecniche di meditazione e focalizzazione mentale.

PRIMA EDIZIONE: RISULTATI PRELIMINARI DELL’IMPATTO DEL PROGETTO

La prima edizione è stata realizzata tra marzo e maggio del 2022 e ha ricevuto il plauso del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Il suo impatto è stato misurato attraverso una ricerca, svolta dalla Fondazione Patrizio Paoletti in collaborazione con l’Università degli studi di Padova. I risultati preliminari saranno presentati dall’equipe psicopedagogica della FPP e dai ricercatori dell’Università di Padova.

Il primo passo della ricerca è stato realizzato a Marzo 2022, con un sondaggio online sul tema delle emozioni legate alla pandemia che ha coinvolto 861 studenti di scuole secondarie di primo (25%) e secondo grado (75%) sul territorio italiano. Le risposte dei ragazzi hanno rivelato che, durante la quarantena e il lockdwon, le emozioni da loro più esperite sono state noiatristezzapaura, e ansia. Ciononostante, alcuni dei ragazzi (48%) hanno riferito di aver vissuto anche emozioni positive durante il lockdown, relative soprattutto al rapporto con la propria famiglia, con gli amici (spesso mediato dalla tecnologia) e al rapporto con se stessi, vivendo la crisi come un momento di crescita personale. Infatti, i ragazzi riportano tra le maggiori e principali fonti di supporto durante la pandemia: la famiglia (33%), gli amici (29%), loro stessi in prima persona (22%).

Da Marzo a Maggio 2022, poi, un totale di 314 alunni ha preso parte al progetto Prefigurare il Futuro. Attraverso la somministrazione di questionari scientifici e analisi statistiche, è stato possibile riscontrare alcuni miglioramenti significativi nei ragazzi dopo aver preso parte al programma: un miglioramento dell’auto-gentilezza (capacità di parlarsi in modo proattivo e accogliere le proprie imperfezioni), un aumento del senso di umanità comune ed empatia per il prossimo, una maggiore sensibilità rispetto ad episodi di bullismo e al cyberbullismo nel loro gruppo di pari. All’interno del campione, 113 ragazzi avevano insegnanti che hanno partecipato alla formazione iniziale e alla ricerca. I dati combinati di alunni e insegnanti rivelano un importantissimo legame tra l’educatore e l’alunno poiché le caratteristiche positive del docente (come la percezione di supporto sociale, l’attitudine positiva, la regolazione emotiva, l’empatia) si correlano con caratteristiche altrettanto positive nello studente (come la regolazione emotiva, la sensibilità verso il bullismo, un basso auto-giudizio). I dati della ricerca verranno presentati e approfonditi durante l’evento.

Conferenza di presentazione online – Mercoledì 5 ottobre, 18:30-20:00
Iscrizione gratuita al linkbit.ly/presentazione-pf-scuola

FONDAZIONE PATRIZIO PAOLETTI

È un Ente di Ricerca No Profit nato ad Assisi nel 2000 per volontà di Patrizio Paoletti e di un gruppo di ricercatori, pedagogisti, psicologi, sociologi, medici e imprenditori. La Fondazione realizza i propri programmi di ricerca ed i progetti pedagogici per raggiungere un unico scopo: permettere ad ogni persona di entrare in contatto con il proprio immenso potenziale. Da 21 anni la Fondazione studia il funzionamento dell’uomo con una ricerca interdisciplinare: neuroscientifica, psicologica, educativa, didattica e sociale. I risultati di questi studi, insieme al raccordo dei più aggiornati saperi sul funzionamento umano, vengono immediatamente tradotti in campo educativo e didattico, per promuovere i migliori talenti nei bambini e negli adulti. fondazionepatriziopaoletti.org

  Pietro Giannetta     
(lettori 183 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: