Book Pride Genova-La rivoluzione di Erga dal primo libro polisensoriale al primo videogame book: quando il libro canta, pianta semi e racconta eventi!

COMUNICATO STAMPA ERGA EDIZIONI

ERGA: Quando il libro canta, pianta semi
e racconta gli eventi della settimana

Erga è al Book Pride di Genova allo stand B19 / B31-B02
Vieni a scoprire la rivoluzione di Erga
dal primo libro polisensoriale al primo videogame book.

Prosegue instancabile il rinnovamento del libro con Erga edizioni. Dai libri con letture ad alta voce ai video dedicati al turismo, ecco che con “Il Fiore sul pozzo” arriva il primo libro rivoluzionario con all’interno un videogame che si può utilizzare sulle LIM, sui PC, sui Tablet ma anche direttamente sul cellulare.

 

Questo è il mondo polisensoriale! Grazie all’APP Vesepia che ha il pregio di andare incontro alle disabilità, Erga ha inventato i libri fatti con una carta che si legge, si guarda e si ascolta. Una nuova carta che si estende al mondo web e al multimediale. Grazie ai libri polisensoriali un’immagine, una copertina, un’illustrazione, una fotografia, diventano audio, video, testi o musiche. Il libro diventa uno snodo di comunicazione verso i mondi multimediali ma nello stesso tempo resta inserito saldamente nella didattica

Saggi, manuali, guide turistiche, libri in adozioni (storia, filosofia e inglese per istituti nautici), narrativa e poesia. Esclusive da maestri orientali, collaborazioni con università e fondazioni culturali, rendono gli oltre 700 titoli di erga in commercio, spesso in italiano, inglese, francese e altre lingue ancora, dei viaggi indimenticabili a volte divulgativi, a volte specializzati.

Perché in fondo, che cos’è il libro? Lo leggi, ti fa sognare, ma può anche essere non solo quello. Con l’inserimento delle potenzialità dell’APP Vesepia, stiamo facendo una cosa che il libro non ha mai fatto! Perché un libro può essere contemporaneamente tante azioni, verso le disabilità, verso le parti didattiche laboratoriali, può essere un aiuto nei vari livelli di lettura, oppure uno strumento di lavoro di gruppo; o ancora può educare al risparmio delle pagine e un valido sostegno al turismo. Il libro dell’oggi e del domani può tornare ad essere il centro di una polisensorialità moderna.

Tutto questo è la rivoluzione del libro polisensoriale Erga-Vesepia
Vuoi scoprire di cosa stiamo parlando?
Scarica l’APP gratuita Vesepia e inquadra questi VesepiaCode

Inquadra questo VesepiaCode
per conoscere il mondo magico de “Il Fiore sul pozzo

 


Erga è presente al Book Pride con lo stand B19 / B31-B02
e con ben quattro iniziative

La prima è sabato 1 ottobre alle 13.00 nella Sala Spazio Aperto è dedicata a “Il nuovo turismo Viaggi polisensoriali sulla carta delle pagine del libro”: parleremo di come si possano inserire mappe, video, videogame e audio all’interno della carta di riviste, libri, agende e calendari, e di come questi materiali possano diventare strumenti di dialogo col territorio.
Dato che è indescrivibile la bellezza dei nostri territori, grazie al video si ha un’idea di massima che invita alla visita. Il libro sul Cimitero di Staglieno, ad esempio, ha fornito le immagini che sono state utilizzate nella sala d’accoglienza del Cimitero Monumentale.
È quindi alla portata di tutti un connubio fra storia, turismo e di rilancio di un territorio: i video si sposano con una ricerca storica multilingua e con mappe che permettono di realizzare tracciature multimediali in più lingue (ad esempio per le emergenze storiche di un Comune ricco paesaggisticamente come Santa Margherita). E abbiamo messo gli eventi on line, per cui con il libro si avranno gli eventi sempre aggiornati.

Ne parlano Fabio Accorrà, Roberto Bajano, Nicola Caprioni, Ivaldo Castellani, Carlo Denei, Marina Marchetti, Milvia Moretti, Emanuele Bacigalupo, Matteo Pastorino, Claudio Priarone, Gianfranco Ortu.


La seconda iniziativa è domenica 2 ottobre alle 12.00 sempre nella Sala Spazio Aperto di Palazzo Ducale. Parleremo di Didattica con game e video, dei nuovi libri con videogame video e audio per facilitare l’apprendimento.
Può un videogame, un video o un audio diventare corpo unico con la pagina di un libro e facilitare l’apprendimento e creare nuove metodologie didattiche e nuove reti? Fumetti, uso del corsivo, testi che aiutano la memorizzazione, tanti esempi per insegnare le lingue, la poesia, la storia e la filosofia, la cittadinanza e la bioetica.
E presenteremo la più grande innovazione di quest’anno, il Videogamebook “Il Fiore sul pozzo”, dove il gioco interattivo si intreccia con la trama del libro e consente al lettore di decidere come proseguire autonomamente nel racconto.

Relatori: Nicola Arnetta, Fiorella Colombo, Ennio Di Francesco, Paolo Donadoni, Viviana Federici, Rosanna Lanari, Chiara Rendano, Giacomo Sances, Alessandra Varbella.


La terza iniziativa si tiene domenica 2 ottobre alle 14:00 nella Sala Casa Luzzati: il laboratorio per bambini dai 6 anni in su “HONEY, letture e giochi per conoscere la biodiversità e l’importanza degli insetti impollinatori”.
Un Laboratorio creativo tridimensionale rivolto a grandi e piccini. Attraverso tagli e pieghe di carta, l’illustratrice Lucrezia Giarratana guiderà i partecipanti nella creazione di una card pop up a tema “api”, che potrà essere portata a casa. Dura 50 minuti, ed è garantito l’effetto WOW. Il libro che ispira il laboratorio ha all’interno pop-up e giochi polisensoriali, ma contiene anche una bustina di semi per piantare le piantine che piacciono alle api, e che sensibilizza i bambini sull’importanza di questo insetto, L’iniziativa è realizzata con Coop Liguria che condivide il progetto di salvaguardia delle api.
Un orsetto goloso ci introduce nell’affascinante mondo delle api, indispensabili insetti da preservare. Grazie a divertenti giochi, pop-up e ricette, impareremo le regole per una corretta educazione ambientale perché tutti noi, attraverso piccoli gesti, possiamo salvare il pianeta! La prenotazione è obbligatoria a:
manuela@econegoziolaformica.it


L’ultima iniziativa si tiene domenica 2 ottobre alle 19:00 nella Sala Spazio Aperto e parla di “Quando le donne curano”. C’è un minimo comune denominatore nelle storie delle donne che hanno lottato e lottano per la libertà di scegliere. I libri lo raccontano e impongono uno sguardo di cura collettiva. Ci siamo resi conto che sia in opere di narrativa, sia di saggistica, c’è una sensibilità trasversale delle autrici Erga proprio nel venire incontro, nel curare, nel prendersi cura di: che siano le diverse disabilità, che sia la denuncia dei problemi sociali, che sia il sostegno fra pari.

Le relatrici sono: Manushaqe Beqiri, Emanuela Castello, Tiziana Cecchinelli, Fiorella Colombo, Rita Cocuzza, Floriana Lunardelli, Orietta Sammarruco, Carla Scarsi, Federica Storace.

(lettori 165 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: