ENERGIA. MALPEZZI (PD): OK RIGASSIFICATORI, MA SOLUZIONI TRANSITORIE.

(DIRE) Roma, 30 ago. – “Il rigassificatore di Piombino si farà, lo ha detto il presidente della regione Toscana Giani. E lo stesso succederà a Ravenna. Noi diciamo sì ai rigassificatori dicendo altresì che si tratta per noi di scelte transitorie che devono appunto accompagnare la transizione ecologica. Certo servono la sicurezza e la compensazione per i siti che li ospiteranno. Ma serve soprattutto puntare da subito su un nuovo modello energetico più sostenibile e non basato sul fossile. La transizione ecologica non si fa schiacciando un pulsante. Nel passaggio verso un nuovo modello servono anche i rigassificatori per offrire al nostro Paese quel fabbisogno energetico che deve garantire alle nostre imprese di produrre. I rigassificatori rientrano in questo percorso che ci deve portare ad un nuovo modello energetico. Non è un passaggio che si fa in un giorno ma è il futuro. In questa situazione anche la Germania sta facendo scelte che possono sembrare passi indietro rispetto ad una prospettiva energetica che punta sulle rinnovabili, e il vice cancelliere tedesco, che appartiene al partito dei Verdi, sta spiegando appunto che si tratta di scelte transitorie a fronte di una emergenza. Del resto Draghi è stato il primo in Europa a parlare di tetto al prezzo del gas. Ebbene, Draghi è stato mandato a casa dalla destra”. Così Simona Malpezzi oggi pomeriggio a Sky.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 177 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: