ENERGIA. BONACCINI: CALENDA? TREGUA NON SERVE, SERVE TETTO PREZZO GAS.

“UNITI SU MISURE UTILI; SURREALE CHE DESTRA ORA CHIEDA AIUTO A DRAGHI” (DIRE) Bologna, 29 ago. – Di una tregua della campagna elettorale per aiutare il Governo Draghi “non c’è bisogno”. Semmai serve “trovare la massima unità” su provvedimenti utili a famiglie, imprese ed enti locali, a partire da un tetto al prezzo del gas. “E’ inutile girarci intorno: bisogna partire da lì”. A dirlo è il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in collegamento questa mattina con ‘L’Aria che tira’ su La7. Bonaccini risponde così alla proposta di ‘armistizio’ lanciata da Carlo Calenda e raccolta dal leader della Lega, Matteo Salvini. “Non c’è bisogno di una tregua della campagna elettorale- afferma Bonaccini- la campagna elettorale è inevitabilmente in corso, si vota tra 20 giorni. Quello che è giusto invece è trovare la massima unità su misure che vadano incontro alle famiglie, alle imprese e agli enti locali, a prescindere da cosa votano le persone, perché qui rischiamo una crisi sociale drammatica”. E tra i primi provvedimenti da assumere, sostiene Bonaccini, “è inutile girarci intorno. Serve un tetto al prezzo del gas. Non c’è altra misura più sostenibile, bisogna partire da lì”. Per il presidente della Regione, in ogni caso, “è surreale che da destra ora invochino provvedimenti salvifici da parte del Governo Draghi dopo averlo fatto cadere. Ne avremmo avuto bisogno ancora per alcuni mesi, per l’autorevolezza che ha a livello internazionale”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 179 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: