SCUOLA. 33 MLN A SCUOLE FVG, PD: MERITO DI DRAGHI CHE NON ANDAVA FERMATO.

Francoforte – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con Mario Draghi, Presidente della Banca Centrale Europea, oggi 28 ottobre 2019.
(Foto di Paolo Giandotti – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

(DIRE) Trieste, 11 ago. – “L’investimento sulla scuola pubblica è essenziale per far ripartire l’ascensore sociale, rendere il nostro territorio sempre più ricco di competenze, creare i presupposti per formare cittadini più consapevoli e lavoratori capaci di apprendere. Gli oltre 33 milioni del Pnrr daranno una spinta importante”. Lo scrive in una nota la responsabile regionale Scuola Pd Fvg e consigliera regionale Chiara Da Giau commentando lo stanziamento di oltre 33,3 milioni di euro alle scuole del Friuli-Venezia Giulia. “Il governo Draghi- sottolinea- sta proseguendo un lavoro fondamentale per rendere la nostra scuola competitiva a livello europeo: è in queste circostanze che ci rendiamo conto di quanto sia stata importante l’opportunità del Pnrr, e quanto sbagliato fermare in corsa questo governo”. E’ giusto secondo Da Giau “che il rinnovamento della scuola passi anche da un aumento della retribuzione degli insegnanti, com’è nel programma del Partito democratico. Ci deve essere inoltre un serio intervento sulla carriera degli insegnanti che partendo dal confronto con i sindacati, superi l’estemporaneità della proposta dell’insegnante esperto”. I finanziamenti serviranno per trasformare le classi in ambienti innovativi di apprendimento e per creare laboratori per le professioni digitali del futuro negli istituti scolastici del secondo ciclo: 24.705.881,04 euro per Next generation classrooms, le classi innovative, e 8.656.172,82 euro per Next generation labs, gli spazi per le professioni digitali del futuro.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 180 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: