Morte del bimbo di 7 anni per Covid-19. Potere al Popolo: “Questa gestione della sanità ha le mani sporche di sangue”.

Potere al Popolo: “Non chiamatele tragedie sono omicidi! Questa gestione della sanità ha le mani macchiate di sangue”.

È di ieri la terribile notizia: all’ospedale Spaziani di Frosinone muore un bambino per Covid di soli 7 anni.
Si spezza il cuore, è un dolore per tutti, un evento che fa rabbia perché inaccettabile  e lo è ancora di più se si pensa che , forse, se l’ospedale di Frosinone avesse avuto un’ambulanza disponibile si sarebbe potuta evitare la tragedia.

“Ma questa è la situazione nel Lazio. Nello specifico nella provincia di Frosinone. Una provincia martoriata dal punto di vista sanitario: un sistema sanitario inefficiente e forse è il caso di dire pressoché inesistente.
Un territorio dove la maggior parte degli ospedali sono stati chiusi o trasformati in case della salute e quelli attivi sono evidentemente sovraccaricati al punto che non si dispone di un’ambulanza per trasportare un bambino innocente e non si riescono a garantire cure ad un bacino di utenti importante” afferma Sonia Sale, attivista sociale e responsabile del nodo di Frosinone di Potere al Popolo, e continua “Questo è il frutto di un processo di privatizzazione e tagli a quello che è il servizio che uno Stato deve garantire ai cittadini. Una sanità PUBBLICA che tuteli la salute di tutti e non le tasche ed il profitto di pochi”.

Da sempre come Potere al Popolo Frosinone ci siamo battuti per questo: per la riapertura degli ospedali, per una sanità pubblica e gratuita. Non ci stancheremo mai di portare avanti la nostra lotta che poi è una lotta di tutti ma, oggi è tempo di stringerci attorno al dolore di questa famiglia con solidarietà e rispetto.

Potere al Popolo Frosinone

Sonia Sale
Referente Potere al Popolo Frosinone

(lettori 176 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: