Di Maio: “Sosteniamo la legittima difesa dell’Ucraina”. Da Letta appello all’unità della politica.


Il ministro degli Esteri e il segretario del Pd intervengono al forum ‘Verso Sud’ in corso a Sorrento.

“Noi sosteniamo l’Ucraina non solo finanziariamente, ma anche nell’esercizio della sua legittima difesa“. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenendo al forum ‘Verso Sud’ a Sorrento. Dopo aver sottolineato che “l’Italia lavora per la pace“, il titolare della Farnesina ha ricordato anche che il nostro Paese ha finora “accolto 112mila profughi ucraini, di cui 38.600 minori”.

L’APPELLO ALL’UNITÀ DI LETTA

Al forum ‘Verso Sud’ è intervenuto anche il segretario del Pd, Enrico Letta, che a proposito della guerra in Ucraina ha dichiarato: “Io mi sento di fare un appello a tutti perché questa unità delle forze politiche italiane continui. Se continua, l’Italia può giocare un ruolo importantissimo per la pace e questo può aiutare veramente la situazione a evolversi positivamente. Ed è interesse di tutti”.

“Io penso che questo sia un momento in cui qualunque governo, qualunque maggioranza, vivrebbe tensioni – ha sottolineato il leader dem -. Siamo di fronte a uno sconvolgimento globale, quello dell’invasione russa dell’Ucraina, senza precedenti, con degli effetti purtroppo drammatici anche sull’economia, sulla coesione sociale del nostro Paese. Penso che sia abbastanza naturale che ci siano fibrillazioni e tensioni. Però sta a ognuno fare la propria parte per riuscire a superarle e far sì che si riesca a dare il nostro contributo”, ha osservato Letta.

“GOVERNO AVANTI FINO ALLA FINE DELLA LEGISLATURA”

A proposito delle tensioni interne alla maggioranza, e anche a quelle con il M5S di Giuseppe Conte, Letta ha precisato: “Non ho nessun dubbio che questo Governo andrà avanti fino alla fine naturale della legislatura. Non sono minimamente infastidito. Siamo in una fase di dibattito e di discussione, ritengo naturale che ci siano posizioni diverse, con sfumature diverse, o anche posizioni più marcatamente diverse. È un momento in cui è naturale che si discuta e ci siano espressioni anche di punti di vista differenti. Sta capitando in tutto il mondo, in tutte le democrazie. L’importante è che siamo in grado poi di mantenere l’unità di intenti sulle scelte che dobbiamo fare – ha spiegato Letta -. Ma non ho dubbi che troveremo l’unità d’intenti. Martedì ne discuteremo, abbiamo convocato la direzione del Pd e discuteremo di questo e altro”.

“Aggiungo anche che questo è l’ultimo governo della legislatura. Se ci fossero crisi di governo adesso non è che ci si metterebbe a discutere, si andrebbe al voto – ha spiegato Letta – . Quindi penso che in questo momento crisi di governo ed elezioni anticipate non siano nei radar. Credo fortemente, invece, e ne sono stra-convinto, che andremo alla fine della legislatura”, ha concluso il segretario del Pd.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 177 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: