SCUOLA. LAZIO, PREMIATI I PROGETTI ABC CINEMA.

OGGI L’INCONTRO CONCLUSIVO AL TEATRO PALLADIUM (DIRE) Roma, 31 mar. – Accompagnare gli studenti e le studentesse nella scoperta dei luoghi unici della nostra regione, grazie alla guida di artisti, attori, storici e registi, per trasmettere uno sguardo diverso, impressionistico e concettuale, e poter leggere il territorio in modo più acuto.
È questo l’obiettivo dei progetti scuola A Spasso con Arte Bellezza Cultura (ABC), promossi dalla Regione Lazio con Roma Capitale. Si è chiusa oggi la loro quarta edizione con un incontro conclusivo al Teatro Palladium, per ripercorrere le tappe di questa esperienza formativa e premiare la partecipazione attiva delle studentesse e degli studenti. A condurre l’incontro Giovanni Anversa, giornalista e vicedirettore Raiuno, con tanti ospiti: Daniele Leodori, vice presidente Regione Lazio, Simone Silvi, amministratore unico Zètema e Giovanna Pugliese, responsabile Cinema – ABC Lazio.
Sono intervenuti anche tanti rappresentanti del mondo dello spettacolo e delle arti: l’attore Dario Aita, la cantautrice Federica Carta, l’attrice Silvia D’Amico, il musicista Stefano Di Battista, lo scrittore e poeta Er Pinto, lo scrittore Marco Lodoli, gli attori Giorgio Marchesi e Francesco Montanari.
“Come Regione Lazio crediamo che sia fondamentale Investire sulla cultura dei giovani, che deve partire dalla conoscenza dei nostri territori- ha dichiarato Leodori- Spero che molti di voi in futuro si occuperanno della tutela e della valorizzazione di questi luoghi che hanno caratteristiche uniche. Lo scopo di questi progetti è di metterli a disposizione dei più giovani, e aiutarli a scoprire le meraviglie della nostra regione”.
I Progetti Scuola ABC – Cinema&Storia, Cinema&Società, A spasso con ABC, La Città Incantata – hanno visto in questi anni complessi una grande partecipazione con appuntamenti da remoto e in presenza, che hanno visto coinvolte oltre 50 scuole e circa 5200 studenti e docenti delle scuole secondarie di secondo grado della Regione Lazio.
“Anche in questi anni così difficili a causa della pandemia, abbiamo continuato a lavorare a distanza- ha commentato Giovanna Pugliese- per questo voglio ringraziare gli studenti e i docenti, che fra mille difficoltà non si sono mai fermati. Vogliamo allargare sempre di più lo sguardo. Per le prossime edizioni puntiamo a fare dei collegamenti con altre città europee, perché siamo cittadini italiani, ma anche cittadini europei”. In questa edizione gli studenti hanno visitato a distanza e dal vivo alcuni tra i luoghi più suggestivi di Roma e del Lazio, fra cui la Galleria Borghese, la Roma pasoliniana, il Giardino di Ninfa, Sutri, il Castello di Sermoneta, Rieti e il lago del Salto.
I progetti si avvalgono anche del contributo di Zètema, l’azienda strumentale capitolina che opera nel settore Cultura.
“Zètema in greco significa ricerca della conoscenza- ha spiegato l’amministratore unico dell’azienda, Simone Silvi- e questi progetti vanno nella stessa direzione: ricerca e conoscenza di ciò che offre il nostro territorio. Credo sia la risposta migliore davanti all’ignoranza, che porta anche a momenti drammatici come quelli che stiamo vedendo ogni giorno in Ucraina”. E infine, rivolgendosi ai ragazzi e alle ragazze presenti, li ha esortati a “non smettere mai di aver voglia di scoprire e conoscere il mondo”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 182 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: