M5s, Beppe Grillo: “Le sentenze si rispettano, ora confronto con Conte”.

di Alfonso Raimo

Il fondatore del M5s, dopo la sentenza del tribunale di Napoli, invita tutti al silenzio.

ROMA – Beppe Grillo scende in campo nel M5s per una mediazione che parta dall’assunto che lo statuto in vigore non è quello modificato ad agosto, ma quello del febbraio 2021. “A seguito dell’Ordinanza del Tribunale di Napoli VII Sezione Civile che ha sospeso, ai sensi dell’art. 23 c.c., le delibere impugnate del MoVimento 5 Stelle del 3 agosto 2021 di modifica dello statuto e del 5 agosto 2021 di nomina del Presidente, ha acquisito reviviscenza lo Statuto approvato il 10 febbraio 2021. Le sentenze si rispettano. La situazione, non possiamo negarlo, è molto complicata. In questo momento non si possono prendere decisioni avventate. Promuoverò un momento di confronto anche con Giuseppe Conte. Nel frattempo, invito tutti a rimanere in silenzio e a non assumere iniziative azzardate prima che ci sia condivisione sulla strada da seguire”, scrive Grillo sui social.

LEGGI ANCHE: M5S, gli attivisti autori del ricorso: “A casa chi ha distrutto il Movimento”

(lettori 183 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: