Mondiali ginnastica ritmica, le Farfalle azzurre vincono l’oro in cerchi e clavette.

Ai Mondiali di Kitakyushu (Giappone), l’Italia trionfa nell’esercizio con cerchi e clavette davanti a Russia e Giappone. È la quinta medaglia azzurra nel torneo.

(Foto di Simone Ferraro, Federginnastica)

ROMA – Dopo due medaglie d’argento, le Farfalle della Nazionale di ginnastica ritmica conquistano la medaglia d’oro ai Mondiali in corso a Kitakyushu, in Giappone. Alessia MaurelliMartina CentofantiAgnese DurantiDaniela Mogurean e Martina Santandrea hanno trionfato nell’esercizio con cerchi e clavette. Alle spalle delle Azzurre argento alla Russia e bronzo al Giappone.

Il Paese del Sol Levante porta bene alle cinque ginnaste azzurre: le Farfalle avevano già vinto la medaglia di bronzo nell’all around alle Olimpiadi di Tokyo. La spedizione italiana ai Mondiali di Kitakyushu si chiude dunque con l’oro nei cerchi e clavette, l’argento a squadre alle cinque palle e nell’all around, l’argento nel team ranking e il bronzo di Sofia Raffaelli al cerchio. Un ottimo bottino, che rende l’Italia seconda nel medagliere del Mondiale giapponese dietro la Russia.

“SIAMO STATE PERFETTE”

È la medaglia che volevamo, soprattutto nei cerchi e clavette perché è quello a cui siamo più legate e quello in cui ci riconosciamo di più. Siamo sempre state un tutt’uno con questo esercizio, fin dall’inizio. Abbiamo iniziato a costruirlo due anni fa. Tanto sudore e tanta fatica per renderlo perfetto ma, alla fine, ce l’abbiamo fatta proprio qui, al Mondiale di Kitakyushu, passando per Europei ed Olimpiade. È stato impeccabile!”. Così Alessia Maurelli, capitana delle Farfalle, dopo la vittoria della medaglia d’oro nella finale di specialità con i cerchi e le clavette. Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea e Daniela Mogurean – con la riserva Laura Paris – si sono laureate campionesse mondiali nell’esercizio misto con 42.275 punti.

Lo stesso presidente della Federazione internazionale, Morinari Watanabe, si è avvicinato a noi per congratularsi e confidarci che gli abbiamo fatto venire la pelle d’oca. Speriamo di averlo fatto anche con il pubblico a casa. Mi auguro che il futuro ci riservi tante altre emozioni proprio come aver cantato l’Inno di Mameli davanti al pubblico giapponese. Avevamo il batticuore perché è una terra che ci ha donato tante soddisfazioni – ha concluso Maurelli – Abbiamo vinto l’argento nel concorso generale e oggi volevamo qualcosa in più. Ora ci aspetta un po’ di vacanza e poi torneremo in pedana per preparare e programmare gli impegni futuri. Noi vi promettiamo di volare sempre più in alto, come solo le Farfalle sanno fare!”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 182 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: