La Cisl Medici Lazio sulle problematiche connesse all’uso esclusivo della ricetta elettronica.

La Cisl Medici, con una nota inviata martedi 19 ottobre al Direttore regionale Salute ed Integrazione sociosanitaria e per conoscenza all’Assessore Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio ed ai  componenti Consiglieri della VII Commissione, ha chiesto chiarimenti relativamente al divieto di utilizzo dei ricettari cartacei “rossi” nelle aziende sanitarie regionali.

Ciò  – scrive il sindacato – determina importanti  ripercussioni per il regolare lavoro dei Medici prescrittori.

Infatti  perdura il noto, continuo e spesso grave malfunzionamento del sistema informatizzato che dovrebbe sostituire la prescrizione cartacea.

Già in data 22.01.2021 la Cisl Medici aveva chiesto alla Regione Lazio “urgenti chiarimenti a tutela degli assistiti e dei dirigenti medici…invitando ad adottare gli atti di propria competenza per il ripristino di idonee condizioni organizzative ai fini di evitare l’insorgenza di disagi, rischi e conflittualità a carico dei pazienti e dei medici”.

Dalla Regione Lazio nessun riscontro. Ed anzi, in maniera inaspettata,  alcune ASL si sono addirittura spinte a formalizzare, in note rivolte ai Medici,  gravissime ed immotivate minacce di sanzione disciplinare nei confronti di coloro che – pur in presenza di malfunzionamenti, ritardi, disfunzioni del sistema informatico di prescrizione – adottino, per espletare compiutamente il proprio compito professionale, la prescrizione cartacea.

Provvedimenti disciplinari per problematiche e malfunzionamenti in alcun modo imputabili ai Medici prescrittori che anzi si vengono a trovare come unici interlocutori del malcontento  e delle doglianze degli assistiti costretti ad ulteriori attese per ritardi per loro incomprensibili.

La Cisl Medici sottolinea come lo strumento prescrittivo è da considerarsi al pari di ogni altro strumento che le Aziende ospedaliere e le Asl hanno il dovere di mettere a disposizione in modo efficiente e funzionante per il corretto espletamento del dovere professionale del Medico e per la tutela dei pazienti.

*Il componente la delegazione SAI Cisl Medici e segretario aziendale Asl Roma 4 Dott. Giuseppe Pergola

*Il componente la delegazione SAI Cisl Medici Dott. Nicola Buonaiuto

*Il segretario generale Cisl Medici Roma Capitale/Rieti Dott. Benedetto Magliozzi

*Il segretario generale Cisl Medici Lazio Dott. Luciano Cifaldi

(lettori 191 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: