Lazio protagonista della Camminata tra gli Olivi – Domenica 24 ottobre a Cervaro (FR), Lenola (LT), Mompeo (RI), San Vito Tomano (RM) San Vittore nel Lazio (FR), Sant’Elia Fiumerapido (FR) e Selci (RI).

Domenica 24 ottobre a Cervaro (FR), Lenola (LT), Mompeo (RI), San Vito Tomano (RM) San Vittore nel Lazio (FR), Sant’Elia Fiumerapido (FR) e Selci (RI)

Lazio protagonista della Camminata tra gli Olivi

Percorsi di trekking, escursioni in bici, degustazioni di pane e olio, visite ai frantoi, esperienze di raccolta delle olive. Esperienze uniche organizzate nel pieno rispetto delle norme anti-Covid

Lazio protagonista della Camminata tra gli Olivi con ben 7 Città dell’Olio che domenica 24 ottobre organizzeranno percorsi di trekking, escursioni in bici, degustazioni di pane e olio, visite ai frantoi, giornate di raccolta delle olive, mini-tour alla riscoperta di chiese, musei e palazzi storici ma anche ricette tipiche con prodotti locali.

La quinta edizione della Camminata tra gli Olivi, l’evento promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio in 140 città fa tappa anche nel Lazio a: Cervaro (FR), Lenola (LT)

Mompeo (RI), San Vito Tomano (RM) San Vittore nel Lazio (FR), Sant’Elia Fiumerapido (FR) e Selci (RI).

A Cervaro la Camminata farà tappa al “fosso di cinquina” dove si terrà una dimostrazione della raccolta (oggi e come avveniva una volta) ma sono previste anche viste alla Chiesa di Santa Maria Maggiore e sosta al “Castello” per ammirare il paesaggio mozzafiato. L’analogo percorso sarà svolto in mountain bike raggiungendo anche la località “Vallevecchia”.

L’itinerario di Lenola prevede nel primo tratto la tappa della “Cima del Nibbio” – punto più alto di Monte Chiavino (1.053 m), località a cui è legata la storia dei Briganti che trovavano rifugio presso varie grotte in zona. A metà del pendìo della cima del Nibbio, la vegetazione nasconde l’altopiano di “San N’Duccio”, luogo è caro ai Lenolesi perché molte famiglie vi si sono rifugiate durante i bombardamenti del 1944. Da qui inizia il percorso nel paesaggio olivicolo vero e proprio, dove sarà possibile assistere a fasi di raccolta e potatura. A Mompeo si terrà una escursione guidata nell’uliveto millenario all’interno del Monumento naturale le “GOLE del FARFA” con successiva visita alla Villa Romana del II sec. a.C. Inoltre è prevista una degustazione di olio nuovo presso l’antica Mola Patrizi Naro e presso il frantoio Il Viarino. Chi vorrà potrà anche partecipare alla visita guidata al Castello Orsini Naro. La Camminata di San Vito Romano sarà l’occasione per visitare anche il centro storico: la bellissima chiesa di San Rocco e il Castello Theodoli. A San Vittore nel Lazio il percorso si inerpica fin sulle pendici di Monte Sammucro, una vasta area adibita ad oliveto sin dai tempi dei Romani. La Camminata di Sant’Elia Fiumerapido è a piedi e in bike. Partirà dal Vallone dell’Inferno, e proseguirà verso via Fontana Penta. Nel tragitto prevista anche la visita al frantoio.

La Camminata tra gli olivi di Selci è invece un viaggio è un’esperienza multisensoriale e conoscitiva che intende promuovere a tutto campo la secolare produzione dell’olio Sabino. Dopo un piccolo ristoro con prodotti tipici sotto gli ulivi, come nella più tradizionale usanza, i partecipanti potranno raccogliere le olive e portarle al frantoio del paese, dove verrà illustrato tutto il processo della loro trasformazione in olio gustando la caratteristica bruschetta.

La Camminata tra gli olivi è diventato un evento simbolo di ripartenza ma quest’anno vogliamo che sia anche un’occasione per rappropriarsi del paesaggio olivicolo e promuoverne il recupero e la valorizzazione – commenta Michele Sonnessa, Presidente delle Città dell’Olio – abbiamo il dovere di investire sull’imprenditoria giovanile legata alla terra e sull’agricoltura sociale perché dal recupero degli uliveti abbandonati e dalla loro messa a sistema nell’offerta turistica del territorio, può nascere un’idea di sviluppo delle tante comunità rurali del nostro Paese”.

La Camminata tra gli olivi è un appuntamento molto atteso dai cittadini perché unisce turismo sostenibile e racconto del territorio, celebrando la qualità dell’olio extravergine d’oliva che più di ogni altro prodotto rappresenta la nostra terra– ha dichiarato Alfredo D’Antimi coordinatore regionale delle Città dell’Olio del Lazio – aderire ad iniziative come questa è motivo di grande orgoglio per noi”.

Tutti i percorsi su www.camminatatragliolivi.it

Associazione Nazionale Città dell’Olio UFFICIO STAMPA

Segreteria Nazionale – Direzione Natascia Maesi

Villa Parigini Strada di Basciano, 22 natascia.maesi@gmail.com

53035 Monteriggioni (Si)

Tel. 0577 329109 – info@cittadellolio.it

(lettori 183 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: