LAZIO: OGGI, venerdì 27 agosto, e DOMANI, sabato 28 agosto, arriva “PROVA A PRENDERMI. LA MIA CORSA IN GIRO PER L’ITALIA”, il tour di presentazione di FRANCESCA LA MANTIA alla ricerca della legalità.

 

 

OGGI 27 AGOSTO E DOMANI 28 AGOSTO NEL LAZIO ARRIVA

PROVA A PRENDERMI.
LA MIA CORSA 
IN GIRO PER L’ITALIA

 

L’autrice FRANCESCA LA MANTIA supera i 10 mila chilometri

di macchina per portare in tutta Italia la storia di PIETRO,

il piccolo protagonista del suo ultimo libro

LA MIA CORSA. LA MAFIA NARRATA AI BAMBINI

 

Con la partecipazione straordinaria de LA MIA CORSA
al FESTIVAL DELLA LETTERATURA della CITTÀ DI LEONESSA

 

“La corsa di Pietro rappresenta la corsa, reale o immaginata, di tanti bambini. Ma anche di tanti adulti. È la corsa di chi vorrebbe scappare da una realtà che non comprende, ma di cui avverte tutte le contraddizioni e l’ingiustizia. È la corsa di chi pensa che soltanto altrove troverà opportunità e speranza, perché il posto dove gli è capitato in sorte di nascere è un posto “condannato”, senza possibilità di cambiare.

Pietro però non scappa, anzi a un certo punto ha l’intuizione di dirigere le sue falcate di bambino verso una meta precisa: è deciso a cercare risposte, o almeno qualcuno che lo ascolti. E ha la fortuna di trovarlo.”

DON LUIGI CIOTTI

OGGI, venerdì 27 AGOSTO, e DOMANI, sabato 28 AGOSTO, nel LAZIO arriva PROVA A PRENDERMI. LA MIA CORSA IN GIRO PER L’ITALIA, il tour estivo di presentazione organizzato dall’autrice FRANCESCA LA MANTIA per portare dalle Alpi all’estremo meridione la storia di PIETRO, il piccolo protagonista del suo ultimo libro LA MIA CORSA. LA MAFIA NARRATA AI BAMBINI (edito Gribaudo).

 

Il libro, ambientato a Palermo in piena guerra di mafia (1983), racconta proprio la storia Pietro, un bambino che fin da piccolo viene dissuaso dalla finta bontà della mafia, vedendo in Don Michele, e negli uomini come lui, delle brave persone, senza capire perché suo padre non vuole accettare la loro protezione o piegarsi ai loro “favori”. Lo capirà solo più avanti, grazie alle parole del giudice Rocco Chinnici e del vicequestore di Palermo Ninni Cassarà, entrambi nel mirino degli esponenti mafiosi della città. Sarà proprio l’esempio di uomini coraggiosi come questi che faranno nascere in Pietro un bisogno sempre più forte di verità e giustizia.

Le tappe previste nel LAZIO sono due e si svolgeranno:

 

  • OGGI, venerdì 27 AGOSTO, a BORGO VELINO (in provincia di RIETI) dalle ore 17:30 presso la CHIESA SS DIONIGI, RUSTICO e ELEUTERIO (Via del Velino, 49).

Durante l’evento, organizzato dall’ASSOCIAZIONE SOS IMPRESE LAZIO e patrocinato dalla REGIONE LAZIO e dal COMUNE di BORGO VELINO, interverranno: l’autrice FRANCESCA LA MANTIA; il Sindaco di Borgo Velino EMANUELE BERARDI, che intitolerà i giardini pubblici al Gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa; GAETANO SAFFIOTI, Imprenditore Testimone di Giustizia.

  • DOMANI, sabato 28 AGOSTO,dalle ore 17:00 in occasione di LIBRI AD ALTA QUOTA, il FESTIVAL DELLA LETTERATURA della CITTÀ DI LEONESSA (in provincia di RIETI) presso il CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO (Via di San Francesco, 64).

 

La corsa di Pietro rappresenta la corsa, reale o immaginata, di tanti bambiniMa anche di tanti adulti. È la corsa di chi vorrebbe scappare da una realtà che non comprende, ma di cui avverte tutte le contraddizioni e l’ingiustizia. È la corsa di chi pensa che soltanto altrove troverà opportunità e speranza, perché il posto dove gli è capitato in sorte di nascere è un posto “condannato”, senza possibilità di cambiare” – afferma DON LUIGI CIOTTIautore della postfazione del libro – “Pietro però non scappa, anzi a un certo punto ha l’intuizione di dirigere le sue falcate di bambino verso una meta precisa: è deciso a cercare risposte, o almeno qualcuno che lo ascolti. E ha la fortuna di trovarlo.”

 

L’idea di PROVA A PRENDERMI. LA MIA CORSA IN GIRO PER L’ITALIA nasce proprio dalla mente di Francesca La Mantia e dalla volontà di voler trasmettere un messaggio così importante a più persone possibili. “Un libro che sia chiama LA MIA CORSA non poteva che viaggiare per tutta la nostra nazione, portando con sé non solo un messaggio di denuncia e memoria, ma soprattutto di speranza, amore e coraggio” – dichiara l’autrice Francesca La Mantia – “Quest’anno in DAD ho avuto la possibilità di conoscere oltre 50 mila bambini: ora però voglio incontrarli di persona”.

 

Il tour estivo è partito venerdì 2 luglio da Pescara, in Abruzzo, e ha viaggiato lungo tutta la penisola, passando per Valle d’Aosta e Lombardia, scendendo verso Toscana e Umbria per poi terminare in Calabria e Sicilia. Con le nuove tappe confermate, fissate nel LAZIO e in CAMPANIAFrancesca La Mantia arriverà a toccare ben 13 regioni italiane, a testimonianza del fatto che la mafia e le nuove forme di illegalità non sono un problema solo del meridione, ma un fenomeno che interessa tutto il nostro Paese.

 

Essere stata chiamata non solo nelle regioni del Sud (dove purtroppo il fenomeno della criminalità organizzata lo conosciamo bene), ma anche in alcune regioni del Nord mi ha resa davvero fiera del mio progetto” – afferma Francesca La Mantia – “Essere invitata in posti come Aosta, Trieste, Gorizia, Ravenna, Milano e in Valtellina, mi ha fatto capire quanto bisogno ci sia di riconoscere che le nuove forme di illegalità e di mafia ormai si siano radicate da anni anche al nordE questo vale anche per le zone del centro Italia come Umbria, Marche e Abruzzo, troppo spesso dimenticate”.

 

Le nuove tappe del tour estivo confermate fino ad ora sono:

  • CAMPANIA– Piano di Sorrento (30 agosto), Afragola (31 agosto), Pomigliano D’Arco (1° settembre)

 

Tutti i viaggi estivi hanno una fine e tutte le corse un traguardo, o almeno pensavo fosse così. Invece, da quando sono partita, non sono più riuscita a fermarmi… E non perché non abbia bucato ruote, avuto difficoltà o momenti di stanchezza, ma perché ho capito che la mia corsa antimafia, la sete di conoscenza e al contempo di verità e giustizia riguarda molti italiani, di tutte le età, le regioni e le provenienze geografiche” – conclude Francesca La Mantia – “Siamo un Paese migliore di quello che pensiamo, ma dobbiamo unire le nostre forze perché solo quando non ci voltiamo dall’altra parte, ma lavoriamo in gruppo per un mondo fatto di diritti e non di favori, di coraggio e non di paura, di cambiamento e non di omertoso adattamento possiamo farcela. E così, chiamata da più parti d’Italia non mi sono più fermata, girando la Sicilia e raggiungendo adesso il Lazio e la Campania. Tornerò stanca ma carica per l’uscita del terzo libro, e forse pronta a cambiare macchina.” 

 

LA MIA CORSA: La mafia narrata ai bambini fa parte della raccolta LA STORIA NARRATA, serie di volumi che affronta temi importanti e delicati, spesso poco trattati, per permettere anche alle giovani generazioni di comprenderli a pieno nel modo più consono e per dare loro solidi modelli culturali di riferimento. Il libro contiene le bellissime illustrazioni di MATTEO MANCINI3 appendici storiche (“I fatti”, “La squadra mobile” e “Gli altri personaggi”), strumenti utili per raccontare ai bambini in modo più comprensibile il periodo storico trattato nel volume, e la postfazione di DON LUIGI CIOTTI, presbitero e attivista italiano, ispiratore e fondatore dell’Associazione Libera.

 

***

 

FRANCESCA LA MANTIA Classe 1985, nata a Palermo, vive e lavora tra Milano e Palermo. Docente di latino, sceneggiatrice e regista cinematografica e teatrale, nel 2016 ha realizzato il film documentario La memoria che resta, che racconta il sommerso e variegato mondo della resistenza, intervistando gente che non appare spesso in TV e sui libri, ma che ogni giorno combatte la sua lotta. Con Gribaudo ha già pubblicato Una divisa per Nino.

 


Ufficio Stampa Francesca La Mantia –
Action Agency S.rl. 

Dario Ferrante

Em@il: d.ferrante@action-agency.com

 

Social Media Manager

(lettori 191 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: