AFGHANISTAN. FIRENZE POTREBBE ACCOGLIERE CALCIATRICI NAZIONALE.

NARDELLA: CI STIAMO LAVORANDO. CHI RIFIUTA AIUTI AGEVOLA ASSASSINI (DIRE) Firenze, 19 ago. – Firenze potrebbe accogliere anche alcune calciatrici della nazionale dell’Afghanistan. A rivelarlo è il sindaco Dario Nardella, a margine di un’iniziativa in piazza della Signoria: “Stiamo lavorando con alcuni interlocutori italiani per accogliere alcune delle ragazze della nazionale di calcio afghana, ma anche donne, uomini, bambini e persone semplici, normali, che cercano un rifugio di fronte alla minaccia dei talebani”. Della macchina che si sta mettendo in moto per dare accoglienza a coloro che riusciranno a raggiungere l’occidente e l’Italia, Nardella ne ha parlato anche ieri sera con Beppe Sala, sindaco di Milano, con cui si sono visti nella tenuta di Sting (con tanto di foto su Instagram). Le città italiane, infatti, “possono essere gli avamposti del sistema di accoglienza del nostro Paese”, perché “sappiamo benissimo cosa significa governare i problemi dell’immigrazione”. Detto questo “a me non interessa usare l’immigrazione per fare politica, perché chi lo fa spesso non vuole risolvere il problema”. Tuttavia “qui non siamo di fronte a migranti economici, ma a persone che scappano da morte certa. E chi rifiuta di accogliere sostanzialmente agevola la loro uccisione, l’assassinio, l’oppressione”. Infine Nardella non crede “negli spot propagandistici che i talebani stanno facendo per rassicurare, soprattutto sul trattamento delle donne”. E c’è una cosa “di cui non parliamo mai: qui siamo di fronte a una guerra per il controllo della fetta più grande al mondo del traffico di droga”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 185 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: