Piogge e inondazioni sull’Europa: in Germania 81 morti e 1300 dispersi.

Danni anche in Belgio, Francia, Paesi Bassi e Lussemburgo. Merkel: “Sono sconvolta”.

È di oltre 90 morti il bilancio delle forti piogge e delle inondazioni che hanno colpito la Germania occidentale, il Belgio, i Paesi Bassi e il LussemburgoLe cifre sono però destinate ad aumentare nelle prossime ore, soprattutto in Germania, come sottolineato ieri alla stampa anche dalla cancelliera Angela Merkel. Solo in un distretto dello Stato federale della Renania-Palatinat sarebbero circa 1.300 le persone disperse.

Stando a fonti governative rilanciate dal quotidiano Le Soir, le persone decedute a causa delle inondazioni in Belgio sarebbero almeno 15. La stragrande maggioranza dei danni e dei decessi si concentra nella regione meridionale della Vallonia, dove sarebbero circa 21mila le persone rimaste senza elettricità. Agli abitanti dei quartieri più vicini al fiume Mosa di Liegi, circa 200mila abitanti, è stato chiesto di lasciare le loro case.

Danni ed evacuazioni anche nei Paesi Bassi e in modo particolare nella provincia sud-orientale di Limburgo, dove sono state inviate anche alcune decine di unità delle forze armate.

Il Paese più colpito resta la Germania. Il portavoce del ministero degli Interni della Renania-Palatinato, Timo Haungs, ha detto alla stampa locale che le persone morte a causa dell’esondazioni dei fiumi sono almeno 50. Un altro degli Stati maggiormente colpiti è la Renania settentrionale-Vestfalia. I morti in tutto sarebbero 81, ma sono centinaia le persone che risultano disperse, come evidenziato anche da Merkel, al momento in visita negli Stati Uniti.

Il ministro degli Interni tedesco, Horst Seehofer, ha affermato che “nessuno può dubitare che questo disastro sia legato al cambiamento climatico”.

MERKEL: “SONO SCONVOLTA PER LA CATASTROFE”

Sconvolta per la catastrofe”: così la cancelliera Angela Merkel dopo che decine di persone sono rimaste uccise per le inondazioni nelle regioni di Renania-Palatinato e di Renania settentrionale-Vestfalia, in Germania. Le vittime, secondo i responsabili della polizia e dei soccorsi, sono almeno 81. Decine i dispersi. Del cordoglio di Merkel ha riferito con un tweet il portavoce della cancelliera, Steffen Seibert.

MATTARELLA: “L’ITALIA SI STRINGE NEL DOLORE ALL’AMICO POPOLO TEDESCO”

Con profonda tristezza seguo le gravissime notizie che giungono in queste ore – in particolare – dal Nordreno-Westfalia e dalla Renania-Palatinato. L’Italia intera si stringe nel dolore all’amico popolo tedesco con sentimenti di partecipe cordoglio per questa catastrofe. Il nostro affettuoso pensiero e la nostra solidarietà vanno alle famiglie delle numerose vittime e dei dispersi. In questa luttuosa circostanza giungano a lei, signor Presidente e caro amico, le più sincere condoglianze della Repubblica Italiana e mie personali“. Queste le parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, inviate al Presidente della Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier.

GOVERNO: GRANDE VICINANZA AGLI STATI COLPITI DA INONDAZIONI

Esprimiamo grande vicinanza alle comunità di Belgio, Germania, Lussemburgo e Paesi Bassi duramente colpite dalle gravi inondazioni, un pensiero alle famiglie delle vittime e dei dispersiPieno sostegno alle iniziative di aiuto dell’Ue con il Sistema di Protezione civile italiano“. È il messaggio di Palazzo Chigi su twitter.

VON DER LEYEN: “L’UE È PRONTA AD AIUTARE I PAESI COLPITI”

“Il mio pensiero va alle famiglie delle vittime delle devastanti inondazioni in Belgio, Germania, Lussemburgo e Paesi Bassi e a coloro che hanno perso la loro casa. L’Unione europea è pronta ad aiutare“. Così su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha aggiunto: “i Paesi interessati possono ricorrere al meccanismo di protezione civile dell’Ue”.

In Belgio la regione di Liegi è la più in difficoltà. La stima a livello nazionale è di 23 morti, molti edifici sono instabili e oltre 41mila persone sono prive di elettricità nel sud del paese. Il sindaco Muriel Targnion ha dichiarato che “15 persone sono morte durante le inondazioni nella zona di Verviers e Pepinster”.

Molti soccorritori provenienti da Italia, Francia, Austria, Paesi Bassi, oltre che dal Belgio, stanno raggiungendo la località per dare una mano alla popolazione.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 8 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: