Com stampa Erga – È mancato Kenjiro YOSHIGASAKY, Maestro di Aikido: attraverso le arti marziali ci ha insegnato l’arte della pace e della vita.

COMUNICATO STAMPA ERGA EDIZIONI
Venerdì 12 febbraio è mancato Kenjiro YOSHIGASAKY,
Filosofo e artista giapponese, autore di Erga,
e uno dei principali Maestri di Aikido del mondo
Kenjiro YOSHIGASAKY era nato in Giappone, a Kagoshima, nel 1951; arrivò in Europa a metà degli anni ’70 e sotto la Ki No Kenkyukai del maestro Koichi Tohei arrivò al livello dell’ottavo Dan di Ki Aikido.
È stato uno dei principali Maestri di Aikido del mondo.

“Al di là di quello che la biografia può esprimere, – racconta l’editore Marco Merli di Erga – il Maestro Yoshigasaki è la persona con cui sono cresciuto e con cui ho dato gli esami di Aikido fino a diventare cintura nera primo Dan. Lui non era solo un Maestro di arti marziali ma un giapponese atipico. Aveva due caratteristiche molto particolari, rispetto agli altri maestri giapponesi che non avevano la sua esperienza nelle varie arti marziali, ad esempio karate, judo ma anche la pratica dello yoga con permanenaza in India da grandi Maestri, per arrivare poi all’Aikido.
Era in grado di esprimere il pensiero orientale in tante lingue, perché parlava francese in maniera perfetta, spagnolo, inglese e italiano… Era un’occasione unica perché – mentre con gli altri maestri ci doveva essere un traduttore dal giapponese, – lui era in grado di comunicare direttamente anche quelle sfumature che un traduttore non avrebbe saputo cogliere.
Ha speso tutta la vita per trasmetterci un messaggio di pace. Con lui abbiamo capito che nella vita quando si parla di armonia si intende essere fautori della pace. Quando si arriva ad afferrare questa verità si pratica un’arte, non più uno sport. Non a caso il suo libro più famoso si chiama “Aikido arte di vita” e al suo interno c’è anche la meditazione, il massaggio, la cura della salute del corpo e della mente. Faccio un esempio: il mio esame da cintura nera – prosegue Merli – era un attacco in simultanea con 4 persone che non dovevano bloccarmi. In quel momento si comprende che le 3/400 tecniche che hai imparato non servono, quando la vita diventa reale non c’è tempo per fare una tecnica, né di pensare; solo se prendi il tuo spazio, e la tua percezione delle cose è immediata, senza filtri, riesci a passare questo esame.
YOSHIGASAKY diceva che non ha senso la tecnica o imparare un arte marziale, ma è importante dare uno scopo alla nostra vita. Lui lo aveva ed era semplice e deciso: contribuire alla pace di cui così tanto c’è bisogno nella vita e nel mondo. Per questo insegnava l’Aikido come un’arte, e lo usava come mezzo per incontrare le altre persone. La sua lezione era per noi praticare, divertirsi ed essere tutti allo stesso livello. Per questo le cinture più elevate praticavano con tutti gli allievi durante gli stage.
Il Maestro Yoshigasaki ha rivoluzionato la vita a me e a tanti altri allievi.
Una cosa curiosa a proposito dei libri: lui diceva che scriveva per gli occidentali, perché gli occidentali sono abituati a pensare e a fermare il pensiero con le parole.  Per questo capitava che alla domanda sul testo del libro rispondesse che non aveva senso discutere sul concetto espresso perché la sua idea era già cambiata. E osservando che il libro era fresco di stampa, – conclude Merli – rispondeva con un sorriso: “Scrivo per voi occidentali e descrivo cose che cambiano; è normale che le idee varino. Ma so che devo scrivere per voi e quindi lo faccio”.


Kenjiro YOSHIGASAKY per quarantanni ha insegnato Aikido a decine di migliaia di 20.000 studenti in tutto il mondo, stimolando la creazione e la crescita di molti Dojo, in particolare in Europa, Sudamerica e Sudafrica, ed è stato una delle più importanti figure di riferimento mondiali per l’insegnamento dell’Aikido come via della vita.

Nel 1996 aveva realizzato l’ormai famoso video “The beginner”, che presentava una lezione con il famoso violinista Lord Yehudi Menuhin che, appunto come principiante, partecipava ad una lezione del maestro Yoshigasaki. Successivamente ha realizzato altri video didattici come “All of Aikido”.

Nel 2002 ha fondato la scuola, “Ki No Kenkyukai International“, che riuniva i Dojo europei, sudafricani e del sudamericani, di cui è stato il “Doshu” (il guardiano della Via) dell’Aikido. Nello stesso anno ha pubblicato per Erga il suo primo libro: “Viaggio interiore di uno straniero”, rivolto a chiunque desiderasse comprendere la vita; nel 2012 apparve “Aikido – Arte di vita – Vol I”, seguito nel 2015 da “Aikido arte di vita – Vol II” e nel 2016 dalla traduzione in lingua spagnola Aikido arte del peligro arte de vida (tutti pubblicati da Erga edizioni di Genova).

Erga edizioni – Mura delle Chiappe 37/2 – 16136 Genova Tel. 010 8328441
Mail edizioni@erga.it    Catalogo e recensioni on line www.erga.it   Distribuzione nazionale CDA Bologna
Seguici su Facebookfacebook.com/ErgaEdizioni  o su Twittertwitter.com/ergaedizioni
(lettori 182 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: