LAVORATORI CASA DELLO STUDENTE DI CASSINO IN PRESIDIO CON UGL E CISL.

LAVORATORI DELLA CASA DELLO STUDENTE DI CASSINO IN PRESIDIO CON UGL E CISL

CHIEDONO DI TORNARE AL PROPRIO POSTO DI LAVORO. DOMANI MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DEI SINDACATI.

Sale tensione da parte dei lavoratori del portierato e delle pulizie della Casa dello Studente di Cassino che hanno cominciato un presidio alla Folcara. Sabato scorso, attraverso UGL e Fisascat, gli impiegati, licenziati recentemente dalla Team Service che ha perso il doppio appalto, hanno chiesto di essere assunti immediatamente e riprendere l’attività lavorativa.

 

Chiedono di tornare a lavoro con un contratto che prevede orario e paga dignitosa e non disperdere tutti i sacrifici fatti durante gli anni di attività svolta presso le residenze degli studenti: “C’è determinazione – ha spiegato il Segretario UGL Enzo Valente dell’UGL Terziario Amedeo Gismondi – da parte dei lavoratori di non permettere a nessuno di sostituirsi nel posto in cui da anni operavano con la vecchia società appaltatrice”. Ugl e Fisascat-Cisl che rappresentano i 15 lavoratori, vigileranno affinché la riassunzione degli ex dipendenti di Team Service avvenga senza dimezzamento di orari e salari come sta accadendo da tempo nel rinnovo degli appalti. Domani si terrà una manifestazione di protesta autorizzata. UGL e Cisl intendono parlare all’ispettorato territoriale del lavoro. Va sottolineato che sta nascendo un coordinamento nelle altre sedi di Lazio DiSco dove è in itinere il cambio d’appalto per rigettare al mittente contratti di lavoro al ribasso.

(lettori 184 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: