LAVORO. BENAGLIA (FIM CISL): CONTRATTO METALMECCANICI INVESTIMENTO FIDUCIA.

PER IL FUTURO DEL PAESE (DIRE) Roma, 7 feb. – “Una volta i metalmeccanici, scendevano a Roma per far saltare i governi, creavano conflitto sociale. Oggi, in un contesto difficile, tra pandemia crisi sociale ed economica e senza un governo, i metalmeccanici hanno messo in campo responsabilita’, testa e fiducia concludendo un contratto difficile. Abbiamo portato a casa un aumento di 112 euro ben superiore all’inflazione non perche’ e’ stato regalato ma perche’, per la prima volta ho sentito degli industriali intelligenti, Federmeccanica dire che il lavoro ha valore e va ben remunerato. Oltre all’aumento economico poi e’ stata portata a segno una riforma degli inquadramenti che il mio sindacato portava avanti da 30 anni e un investimento in formazione che significa piu’ competenze per i lavoratori. Sono tutte risposte alle sfide moderne del lavoro che sta cambiando”. Cosi’ il segretario generale dei metalmeccanici Cisl Roberto Benaglia intervistato su Rainews24 a proposito del rinnovo del contratto dei metalmeccanici. “E’ stato difficile trattare nei mesi passati e in questi giorni con 400, 500 morti al giorno per la pandemia, ma con tenacia pazienza e innovazione abbiamo ottenuto un grande risultato che non e’ solo per i lavoratori ma per il Paese intero un investimento di fiducia per il futuro. L’Italia ha grandi potenzialita’ e si puo’ rilanciare con grande efficacia nel 2021”, ha aggiunto. A proposito invece dell’incontro tra le parti sociali con il professor Draghi il leder della Fim ha detto: “chiederemo di mettere in campo un confronto perche’ le risorse del recovery plan siano destinate a lavoro sicurezza sociale e per affrontare le prime emergenze: dal blocco dei licenziamenti ma soprattutto per la messa in campo di risorse speciali e azioni per chi piu’ di tutti sta pagando la crisi e cioe’ giovani e donne”.

(lettori 185 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: