AMAZON. GASPARRI: GOVERNO FACCIA CHIAREZZA SU STRACCINI E CONDIZIONE DIPENDENTI

(DIRE) Roma, 11 gen. – “Amazon si rende ancora una volta protagonista di episodi inquietanti che il governo e il Parlamento non possono piu’ ignorare. Ho presentato una interrogazione sulla vicenda di Massimo Straccini, 58 anni, che lavorava presso il deposito di Rovigo ed era costretto ad abitare nel parcheggio dello stabilimento in un camper, sia per rispettare i turni di lavoro, sia perche’ la retribuzione non gli consentiva di pagarsi un affitto. Straccini aveva raccontato pubblicamente la condizione di grave sfruttamento in cui si e’ trovato a lavorare presso Amazon e questo potrebbe aver danneggiato la sua posizione lavorativa. Lo scorso 7 gennaio il suo contratto, infatti, non e’ stato rinnovato. Ho chiesto quindi al Ministro di disporre un’ispezione presso i vari stabilimenti di Amazon per una verifica delle condizioni di lavoro dei dipendenti e, in particolare, sulla vicenda di Straccini. Ho inoltre interrogato il Ministro per sapere ufficialmente quale sia il livello di tasse e di contributi che Amazon paga in Italia, posto che e’ risaputo che paghi meno del 2% del proprio fatturato di tasse nel nostro Paese, utilizzando meccanismi di elusione fiscale ben noti”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. 

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 179 in totale)

Potrebbero interessarti anche...