ENDORSEMENT PER IL “SEVERI” DA EX ALUNNI FAMOSI.

Sul sito del Liceo Scientifico di Frosinone le testimonianze video e l’invito a iscriversi.

Tempo di sagge riflessioni e di iscrizioni per gli alunni della classi terze medie: l’apertura delle procedure on line per scegliere la scuola superiore in cui crescere e formarsi è imminente (4 gennaio 2021), ma un invito speciale ad optare per il Liceo Scientifico “Francesco Severi” di Frosinone giunge da fuori provincia, e soprattutto da personaggi divenuti famosi in ogni ambito professionale. L’istituto diretto dalla dottoressa Antonia Carlini si fregia infatti di testimonianze video eccezionali, consultabili presso il sito della scuola nella sezione “Dicono di noi-Ricordi e testimonianze dei nostri ex alunni” (https://www.francescoseveri.it/pagine/hall-of-fame-del-liceo-francesco-severi-): da Luciano Fontana, direttore del “Corriere della Sera”, a Claudio Pagliara, giornalista inviato RAI negli Usa; da Marco Toro, prima tromba del Teatro alla Scala a Daniele Mocio, tenente colonnello dell’Aeronautica Militare e Paolo Sellari, docente di Geografia politica ed economica presso l’Università “La Sapienza” di Roma, tutti hanno voluto ricordare – con sincerità, simpatia e riconoscenza – i tempi in cui sedevano fra i banchi dell’edificio di viale Europa. All’epoca – anni Settanta-Ottanta-Novanta – esisteva un solo indirizzo, il cosiddetto scientifico di ordinamento, mentre oggi gli studenti possono scegliere anche le scienze applicate e il corso sportivo; tuttavia, emerge dalle parole degli illustri intervistati una considerazione di fondo: l’apprendimento “tradizionale”, ovvero quello con matematica, fisica e scienze ma anche latino, filosofia e arte, ha permesso loro una formazione a 360 gradi, fondata sul perfetto equilibrio fra discipline di area scientifica e materie di ambito umanistico. Ne sono la prova evidente le splendide carriere – in più direzioni, non c’è che dire – di cui gli ex alunni del “Severi” sono stati protagonisti, pur avendo le loro radici in un territorio spesso considerato in posizione “decentrata” rispetto ai luoghi in cui avvalersi di opportunità maggiori per gli studi e il lavoro. Dal giornalismo alla musica classica, dal mondo militare a quello accademico, Fontana, Pagliara, Toro, Mocio, Sellari e molti altri hanno fatto tesoro sia degli insegnamenti ricevuti quando erano normalissimi ragazzi di belle speranze, sia delle prove cui la scuola del tempo (forse più rigida rispetto al contesto attuale) li ha sottoposti, anche in occasione del fatidico Esame di Stato. Ecco: il primo liceo scientifico del frusinate (anche quest’anno secondo la rilevazione Eduscopio della Fondazione Agnelli) di quei tempi lontani conserva ancora la serietà e il rigore, serietà e rigore che oggi si coniugano con metodologie didattiche profondamente rinnovate anche grazie alla nuove tecnologie, e ad uno spirito più “fresco” dettato dalle avanguardie educative e dalla necessità di nuovi approcci. E’ bene quindi che gli alunni in procinto di iscriversi in un istituto superiore e i loro genitori riflettano (fino al 25 gennaio) su questa grande opportunità offerta dal capoluogo, magari dopo aver ascoltato le parole di apprezzamento per l’istituto spese da chi ricopre oggi ruoli di prestigio e responsabilità in Italia e nel mondo.

(lettori 175 in totale)

Potrebbero interessarti anche...