COVID. ZINGARETTI: SIAMO ANCORA VULNERABILI, SERVE RESPONSABILITA’.

(DIRE) Roma, 27 dic. – “Ricordo la telefonata alla fine di gennaio che mi annunciava l’individuazione e il ricovero allo Spallanzani dei primi 2 casi italiani di pazienti Covid. Due turisti provenienti dalla Cina. Da quel giorno e’ cambiato tutto: ricoveri, morti, la chiusura delle scuole, il lockdown, la crisi produttiva e dei consumi, gli aiuti all’economia. Uno scontro quotidiano tra paura e speranza che ha coinvolto tutte e tutti in una battaglia di resistenza”. Lo scrive su facebook il segretario del Pd e presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, che continua: “Oggi, a fine dicembre, allo Spallanzani i primi vaccini, e’ solo l’inizio, ci vorranno mesi e dovremo ancora lottare per fermare il contagio con regole e responsabilita’, ma, grazie alla scienza, si apre una fase diversa e migliore che richiedera’ nuovi impegni e scelte. Dedichiamo questa giornata alle vittime del Covid, alle donne e agli uomini della sanita’ che giorno e notte, da mesi, lottano con umanita’, dedizione, professionalita’ per curare e salvate vite umane. Ma anche tanti lavoratori e imprenditori che non si sono mai fermati malgrado le difficolta’: un immenso patrimonio da non dimenticare mai. La vaccinazione di massa iniziera’ tra alcuni mesi, prima di allora saremo ancora vulnerabili e quindi dovremo continuare a seguire le regole con responsabilita’. Il vaccino in Italia e nel mondo, come ci ricorda spesso Papa Francesco, dovra’ arrivare a tutti nel piu’ breve tempo possibile. Su questo ci impegneremo e inizieremo nuove battaglie”, conclude Zingaretti. 

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 186 in totale)

Potrebbero interessarti anche...