SCUOLA. FRATOIANNI: NON CI POSSONO ESSERE DISCRIMINAZIONI.

(DIRE) Roma, 13 dic. – “Comprendiamo bene le difficolta’ in cui si ritrovano molti istituti scolastici alle prese con la gestione dei problemi Covid19, tuttavia non si puo’ scaricare sugli studenti e sulle famiglie i problemi derivanti dai tagli avvenuti ultimi 15 anni e dalle incapacita’ degli enti locali di trovare spazi adeguati per le aule. E’ per questo che la decisione assunta dal Liceo di Pomezia sui criteri di ammissione e’ sbagliata ed illegittima. Chissa’ cosa ne penserebbe Don Milani”. Lo afferma il portavoce nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni in merito alla protesta degli studenti del liceo e delle organizzazioni sindacali dei docenti. “La Costituzione affida alla scuola- prosegue il vicepresidente per Leu della Commissione Cultura di Montecitorio- il compito di superare diseguaglianze e discriminazioni, e non ci puo’ essere una decisione di un Istituto che va in senso contrario, tenendo presente anche che in alcuni analoghi casi il Ministero dell’istruzione e’ stato chiaro. Siamo certi che l ‘Usr del Lazio e il MI si attiverano prontamente affinche’ questa decisione su una scuola d’elite venga rimossa. Presenteremo- conclude Fratoianni – nelle prossime un’interrogazione parlamentare alla ministra Azzolina.”

Agenzia DiRE www.dire.it

(lettori 180 in totale)

Potrebbero interessarti anche...