SANITÀ. ASL LATINA: AL LAVORO PER PIÙ SERVIZI A VANTAGGIO CITTADINI.

DOMANI PRESENTAZIONE ‘NUOVO OSPEDALE GORETTI’ E MANTENIMENTO USCA POST COVID (DIRE) Latina, 10 dic. – “Ridisegnare l’assetto dell’offerta ospedaliera e rafforzare ancora di piu’ quella territoriale. E’ questa la mission, nel prossimo futuro, della Asl di Latina che si pone l’obiettivo di offrire sempre maggiori e piu’ efficienti servizi a vantaggio dei cittadini. La sfida non e’ assolutamente impossibile tanto che si sta definendo un programma di azioni che lo renda realta’. Domani, venerdi’ 11 dicembre alle ore 11 online se ne parlera’ nel corso della conferenza stampa di presentazione”. Cosi’ in una nota la Asl di Latina. “I saluti iniziali e la descrizione delle direttrici del progetto nella sua interezza- prosegue il comunicato- sono affidati al dottor Giorgio Casati, Direttore Generale della Asl di Latina. Segue l’intervento del dottor Giuseppe Visconti Direttore Sanitario della Asl di Latina. A concludere il ciclo degli interventi, il dottor Mauro Palmieri, Direttore del Dipartimento interaziendale a struttura Asl Latina-Asl Frosinone. Tra gli attori seduti al tavolo virtuale di confronto sara’ presente il sindaco di Latina, Damiano Coletta”. La provincia di Latina sta definendo “un programma a medio e lungo termine che le consenta di sviluppare quel sistema di servizi complessivo per dare risposte efficaci ai bisogni della popolazione”, ha dichiarato Giorgio Casati, Direttore Generale della Asl di Latina. “Su questo indirizzo di carattere generale si e’ lavorato nell’ultimo periodo per disegnare un possibile futuro affinche’ l’azienda sanitaria di Latina possa realizzare servizi importanti. Da un lato c’e’ il tema dei nuovi ospedali per ridisegnare l’assetto della rete ospedaliera dall’altra si ravvisa anche necessita’ di intervenire su altri processi importanti. Di questo si parlera’ nel dettaglio durante l’incontro di domani cosi’ come dello studio che riguarda la diagnostica per immagini”.

L’obiettivo in questo caso, continua Casati, e’ “azzerare la mobilita’ passiva sia verso Roma che verso altri territori in modo definitivo e dall’altra la rimodulazione dei PAT, nell’ottica della gestione dei fenomeni di riacutizzazione dei pazienti cronici che era in previsione per il 2020 ma che il Covid, purtroppo, ha rallentato come del resto ogni altro tipo di progettualita’”. L’occasione della conferenza di domani e’ quella di “affrontare questi argomenti ma anche quello delle Usca, un modello che, come spiegheranno gli altri colleghi, vogliamo implementare”. Sara’ “un incontro per affrontare tutti questi argomenti e in particolare quello della presa in carico dei pazienti a domicilio attraverso le Usca- sottolinea il dottor Giuseppe Visconti, Direttore Sanitario della Asl di Latina- Un modello nato in occasione della pandemia da Sars- Cov-2 ma che vogliamo mantenere nel futuro per gestire i pazienti affetti da cronicita’”. Il progetto ‘Nuovo Ospedale di Latina’ che sostituira’ l’attuale ospedale Santa Maria Goretti “ha come obiettivo quello di dotarsi di tecnologie all’avanguardia per mettere il paziente al centro del sistema. La Asl di Latina ha firmato la delibera di indizione della gara di progettazione per lo studio di fattibilita’ del ‘Nuovo Ospedale di Latina’”, ha spiegato il dottor Mauro Palmieri, Direttore del Dipartimento interaziendale a struttura Asl Latina-Asl Frosinone. “L’altro progetto- conclude Palmieri- e’ la ‘Proposta di concessioni di servizi in ambito di diagnostica territoriale’. Anche quest’altro piano consentira’ all’Asl di Latina l’aggiornamento continuo delle tecnologie sanitarie ed un elevato standard di servizi di diagnostica a completo favore dei cittadini del territorio”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 194 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: