COVID. RICCIARDI: VA MEGLIO MA ANDARE AVANTI COSI’, NO A ‘LIBERI TUTTI’.

UNA EVENTUALE TERZA ONDATA DIPENDE DAI NOSTRI COMPORTAMENTI (DIRE) Roma, 7 dic. – Nell’affrontare la pandemia da CoViD-19 “la lotta e’ lunga e dobbiamo essere persistenti”. Ora “siamo su un plateau ma l’esperienza dice che durera’ a lungo, quindi bene ma dobbiamo andare avanti cosi'”. Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute, lo dice a ‘Che tempo che fa’ su Rai3 Il Sars-Cov-2 “e’ un virus che viaggia con le persone, se le persone stanno ferme o hanno comportamenti saggi, stando attenti soprattuto negli ambienti chiusi, riusciremo a continuare su questa strada e sperabilmente a invertirla”, avverte Ricciardi. Pero’, parlando del ‘colore’ e dei livelli di emergenza nelle varie regioni, “se si interpreta il passaggio da ‘zona rossa’ a ‘zona gialla’ come un ‘liberi tutti’ e’ un errore”, invece “significa che dobbiamo applicare le stesse cautele di marzo” quindi “non si deve considerare di essere usciti dall’emergenza” e “tutto dipende dal comportamento”. Ad esempio, negli ospedali “ci sono ancora criticita’, si e’ attenuata in alcune aree del Paese, ma ora e’ tutta sul personale sanitario- prosegue Ricciardi- negli ultimi mesi si sono infettati 30mila tra medici e infermieri, si e’ sguarnita la prima linea”. Quindi, conclude Ricciardi, nel periodo festivo “cercate di limitare gli spostamenti perche’ quelli sono tutti momenti a rischio” e una eventuale terza ondata “dipende dai nostri comportamenti”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 181 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: