Le Regioni attaccano il Governo: “Niente confronto, nostro parere inutile”.

di Marta Tartarini

Secondo i governatori “questo metodo contrasta con lo spirito di leale collaborazione sempre perseguito nel corso delle emergenza”.

ROMA – La conferenza delle regioni esprime “stupore e rammarico per il metodo seguito dal governo che ha approvato il decreto legge in assenza di un preventivo confronto con le regioni“. E’ quanto si legge nel documento che le regioni hanno fatto pervenire al governo sul Dpcm Natale.

LEGGI ANCHE: Covid, feste blindate: stop spostamenti e a Capodanno coprifuoco rafforzato. Dal 7 gennaio si torna a scuola

“Questo metodo- attaccano i governatori- contrasta con lo spirito di leale collaborazione sempre perseguito nel corso delle emergenza, considerato peraltro che la scelta poteva essere anticipata anche nel corso del confronto preventivo svolto solo 48 ore prima”.

LEGGI ANCHE: Alta tensione tra Governo e Regioni, Toti: “Dl pubblicato senza confronto, scorretto”

“Il mancato confronto interistituzionale non ha consentito di portare alla individuazione delle soluzioni piu’ idonee per contemperare le misure di contenimento del virus e il contesto di relazioni familiari tipiche del periodo di festivita’ natalizie”.

La conferenza delle Regioni “prende atto delle scelte operate con il decreto legge che rende di fatto pleonastico il pronunciamento su parti essenziali”. Infine i governatori denunciano che nel testo non c’e’ “riferimento alcuno a norme sui ristori economici delle attivita’ che hanno subito limitazioni”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 188 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: