Romarama fino all’8 dic: cambia volto la metro Cavour, Romaison ridisegna i palazzi e Gordiani si veste di street art.

Campidoglio, nuovi appuntamenti online di #Romarama e #laculturaincasa

Dal 2 all’8 dicembre: il quartiere Gordiani si veste di street art con E.P.ART, la metro Cavour cambia volto con Art Stop Monti, Romaison ridisegna i palazzi e il Mercato De Calvi rinasce giardino con il wall painting. Il Teatro dell’Opera in tv con Il Barbiere di Siviglia.

www.romarama.it – 060608 

#Romarama #laculturaincasa

In foto: a sinistra la nuova opera di Tellas per E.P.ART nel quartiere Gordiani; in alto a destra una delle proiezioni di Romaison e in basso a destra Andreco per Art Stop Monti, che cambia volto alla metro Cavour.

Roma, 2 dicembre 2020. Prosegue Romaramache anche questa settimana segnala le novità e gli appuntamenti in corso fino all’8 dicembreSul sito www.romarama.it il dettaglio delle iniziative, mentre sul canale social @culturaaroma  gli aggiornamenti quotidiani  con gli hashtag #romarama e #laculturaincasa.

Al centro di questa settimana gli interventi artistici che ridisegnano il volto della cittàSabato 5 arriva E.P.ART, il festival promosso da Ecomuseo Casilino che nasce per innescare processi di musealizzazione diffusa nella periferia est di Roma attraverso la street art, con la curatela della Galleria Wunderkammern. Alle ore 10 e alle 15 in calendario due turni per l’esplorazione urbana La Street Art di Villa Gordiani: una visita guidata con i cittadini del quartiere ed esperti della materia. Saranno presentate le nuove opera di Tellas (all’anagrafe Fabio Schirru, artista sardo di rilievo internazionale noto per l’immaginario di specie botaniche, cieli e paesaggi) a largo delle Terme Gordiane e alla Stazione Serenissima; e riscoperti i murales politici di viale delle Terme Gordiane e il murale della memoria di via Pisino (prenotazione obbligatoria al 3470777788 e alla mail ecomuseocasilino@gmail.com).

Al via anche gli interventi artistici nella stazione della Metro B Cavour della manifestazione Art Stop Monti, a cura di Nufactory, che ripensa in modo creativo gli spazi della metropolitana attraverso l’esposizione di opere temporanee realizzate in modalità site specific. Cinque artisti sono chiamati a intervenire su tematiche civiche tra cui la sostenibilità ambientale, i cambiamenti climatici, la parità di genere, il rispetto reciproco. È già possibile ammirare l’opera di Andreco fino a giovedì 31 dicembre sul tetto della metro verso Monti, accompagnata da una speciale sonorizzazione di Vincenzo Pizzi fruibile attraverso la tecnologia del QrCode; mentre quella di Michela Rossi in arte “Sonno” sarà visibile da lunedì 7 a domenica 13 dicembre sui billboard della stazione.

Cambia faccia anche il Mercato De Calvi a Monteverde grazie alla manifestazione La Mia Città è un Giardino dell’associazione Zip_Zone d’Intersezione Positiva: fino a sabato 19 saranno in lavorazione le opere di wall painting sui muri perimetrali del mercato a cura di Sonia qq e Studio Tuta. I lavori finali saranno presentati il 19 dicembre durante la giornata conclusiva, tra azioni artistiche di vari creativi che trasformeranno un angolo di città con i colori di un giardino.

Chiusura spettacolare per Romaisonfino al 10 dicembre il progetto dedicato alla riscoperta e valorizzazione dei grandi atelier di costume romani si cambia d’abito ed esce dai confini fisici del Museo dell’Ara Pacis per proiettare su alcuni edifici storici gli abiti e gli oggetti presenti in mostra, attraverso spettacolari proiezioni architetturali dal forte effetto dinamico.

Ancora street art, questa volta declinata per l’ambiente, con Moby Dick al lavoro durante la performance di sabato 5 alle ore 11 per la manifestazione AURA – Alberi e Uomini per Resistere Assieme di AC Bell’Italia 88. Sulla pagina Facebook dell’associazione, la performance è dedicata alla conoscenza degli alberi e vede alternarsi l’attrice Shara Guendalini con la storica dell’arte Caterina Brazzi e l’attore Gabriele Manili, che reciteranno dei testi scritti per l’occasione.

Un’applicazione gratuita (ARize Augmented Reality) per viaggiare nel tempo e nello spazio attraverso le vie dell’Eur con Diana, la dea romana delle selve, disponibile da questa settimana. Il progetto è “6 1 Mito: Diana”, ideato da Q Academy: seguendo il percorso indicato su uno specifico percorso di Google Maps, l’obiettivo è raccontare il patrimonio della città attraverso il linguaggio contemporaneo. L’esperienza di realtà aumentata avvicinerà i partecipanti alle divinità latine, testimoni della straordinaria storia di Roma.

Da sabato 5 a martedì 8 dicembre torna Bande de Femmes, il Festival di fumetti e illustrazioni organizzato da Tuba che ne firma la settima edizione spostandosi dal Pigneto al web, sui siti e social della libreria e della manifestazione (www.libreriatuba.itwww.bandedefemmes.it). La presenza delle artiste è pensata in dialogo con scrittrici, attrici, studiose, attiviste e giornaliste: quattro giorni in cui si susseguiranno presentazioni di libri, dialoghi e clip artistiche in streaming. Ospiti di quest’anno – tra le altre – MP5, Vanna Vinci, Nicoz Balboa, Fumettibrutti, Liv Strömquist, Frad e Nadia Terranova.

Torna in versione digitale l’appuntamento con The 48 Hour Film Project Italia, la sfida più creativa del cinema, dedicata ai giovani registi e cineasti chiamati a realizzare un cortometraggio in 48 ore. Organizzato da Le Bestevem, la competizione si svolge da venerdì 4 a domenica 6 (iscrizione a squadre – a pagamento – sul sito www.48hourfilm.com/it/rome-it).
Ultima settimana per il RIFF – Rome Independent Film Festival, che saluta il suo pubblico venerdì 4 con le premiazioni e giovedì 3 (online su mymovies.it) dedica la giornata al valore della diversità e alla tematica LGBTQ con Love & Pride Day. Tra le varie pellicole, alle ore 22 in anteprima Asphalt Goddess di Julián Hernández (Messico), vincitore del Teddy Awards al Festival di Berlino nel 2003 e nel 2009.
Per gli amanti della settimana arte, continuano gli appuntamenti con la Casa del Cinema, che domenica 6 alle ore 11 inaugura sui social una nuova rubrica: Dimmi il tuo film di Natale, in cui critici e personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo raccontano la loro pellicola dedicata alla festività.

Il Teatro Costanzi si trasforma in spettacolare set cinematografico: sabato 5 il Teatro dell’Opera di Roma inaugura la stagione con Il Barbiere di Siviglia, trasmesso in diretta su RaiTre (ore 16,15). Sul podio sale il direttore musicale Daniele Gatti per guidare l’orchestra, il coro e il cast di voci nel racconto del Figaro più famoso. La regia, anche televisiva, è affidata a Mario Martone.

Una settimana ricca di appuntamenti musicali con le diverse manifestazioni in corso. Il Festival Nuova Consonanza Laborintus 2.0 in live streaming dal canale YouTube dell’associazione trasmette gratuitamente mercoledì 2 (ore 21) Il Filo di Arianna. Questo il titolo del concerto di Roma Tre Orchestra diretta da Gabriele Bonolis, con le voci soliste di Sabrina Cortese e Chiara Osella, che omaggia Francesco Pennisi affiancato da brani di Goffredo Petrassi e un nuovo lavoro in prima assoluta di Marcello Panni.

Venerdì 4 dal Parco della Musica saluta il suo pubblico ArteScienza, che così festeggia anche i 30 anni di attività del CRM – Centro Ricerche Musicale. Una giornata conclusiva ricca di incontri e concerti, in streaming gratuitamente sulla pagina Facebook del Festival (facebook.com/artescienzacrm) che si chiude alle 19 con l’incontro e la performance di e con Alvin Curran, fra i padri della musica elettronica. In prima assoluta ecco dunque The Containment Etudes (Studi di Contenimento) per computer, tastiera midi e pianoforte, un’autobiografia sonora che Curran ha iniziato durante il primo lockdown.

Genere diverso per Flautissimo, che propone (gratuitamente sul canale Youtube dell’Accademia Italiana del Flauto) venerdì 4 e domenica 6 alle ore 18,30 il concerto di Gabriele Coen (sax, soprano e clarinetto) e Francesco Poeti alla chitarra. L’evento è un omaggio al klezmer, l’antica musica delle comunità ebraiche dell’Europa orientale.

Venerdì 4 alle ore 20,30 (in diretta su Rai Radio Tre e in streaming su raicultura.it) il direttore russo Semyon Bychkov – uno dei nomi più autorevoli sulla scena internazionale – dirige l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in un programma dedicato a Mozart e Mendelssohn. Al pianoforte, la giovane star della tastiera Tom Borrow.

Sempre venerdì 4 alle ore 19,30 il concerto Spagna e Italia: due scuole a confronto del Roma Festival Barocco, curato dall’Associazione Musicale Festina Lente. L’organista Antonio Frigè, fra gli esecutori più affermati nel campo della musica italo-spagnola, presenterà un programma interamente dedicato ad autori spagnoli ed italiani del XVI e XVII secolo, suonando in San Pietro in Vincoli, una delle chiese più prestigiose della Città Eterna. Il concerto sarà visibile in streaming iscrivendosi alla newsletter sul sito www.romafestivalbarocco.it.

Ancora la grande musica con Incontri Festival, la manifestazione di MRF5 che lavora sul Contemporaneo nell’ibridazione continua dei linguaggi. Sul sito e sui canali social del festival (www.incontrifestival.ithttps://www.facebook.com/incontrifestivalvenerdì 4 alle ore 18 un appuntamento dedicato a tre personaggi europei che hanno orientato il linguaggio contemporaneo della musica: Alain Danielou, Shiva e Dioniso. Ne parlano Carlotta Pellegrini, Riccardo Biadene, Adriano Ercolani e Luigi Cinque, protagonista di contributi musicali con Gabriele Coen e Ludovica Manzo.

Il Teatro di Roma continua a prendersi cura del pensiero, tenendo aperti alcuni spazi di partecipazione: giovedì 3 dicembre l’appuntamento è con l’eterodossa enciclopedia musicale del collettivo Pescheria. Per la nuova versione streaming di Bagno di Suono (visibile su YouTube e social di TdR) arriva RODION (I’ll be Bach – l’incantesimo di Prokofiev e Moroder).
Prosegue Trend – nuove frontiere della scena britannica, il festival del Teatro Belli che venerdì 4 e sabato 5 propone HOLD YOUR OWN/Tiresias, B side: una lettura scenica a cura di Bluemotion dal testo di Kate Tempest, con la regia di Giorgina Pi e interpreti Gabriele Portoghese e Giulia Weber. Lo spettacolo è dedicato alla figura del veggente dalle tante vite Tiresia, visibile in streaming dalle 21 dopo aver acquistato il biglietto sul sito www.teatrobelli.it.
Corpus, il progetto di Artestudio, prevede tra le performance del weekend venerdì 4 l’azione urbana Villa Borghese corpo d’aria (burka): alle ore 11 tre performer indosseranno un burka nero camminando nella villa (in diretta sulla pagina Facebook @artestudiox).

Continuano sulla piattaforma Google Suite gli appuntamenti di aMICi online: gli incontri gratuiti e aperti a tutti (prenotazione obbligatoria al numero 060608) con gli approfondimenti dei curatori della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali sui temi e le opere dei musei civici di Roma. Mercoledì 2 alle 16.30 Con i tuoi occhi propone una lettura ravvicinata a più voci davanti a un quadro della collezione del Museo di Roma (a cura di Fulvia Strano); mentre giovedì 3 alle ore 17 dai Musei Capitolini è previsto l’incontro virtuale L’Arx (arce) capitolina: l’altra faccia di un sacro colle, a cura di Roberta Tanganelli e Pamela Manzo.

L’iniziativa #laculturaincasa propone anche numerose attività online tra cui le rubriche #ilmuseoincasa, videoracconti dai Musei in Comune, e #conNoilungoleMura, percorsi nell’antica cinta difensiva voluta dall’imperatore Aureliano nel 270 d.C., per secoli cardine del sistema di protezione della città.

Sabato 5 il MACRO partecipa alla sedicesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei di Arte Contemporanea Italiani, con un progetto digitale di Nicola Pecoraro. L’artista curerà una puntata speciale di DISPATCH, il podcast del museo, che sarà pubblicata sabato sul sito museomacro.it.

Continuano gli appuntamenti on line delle Biblioteche di RomaLunedì 7 (dalle 17,30 alle 19) l’Associazione Sentieri Popolari propone English with Daisy online: lezioni di inglese gratuite (dai 6 ai 12 anni) con laboratori creativi e giochi (prenotazione alla mail associazionesentieripopolari@gmail.com

Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura

Lorenzo Vincenti 06 82077230 –  l.vincenti@zetema.it
con il supporto di Michela Rossetti:  rossetti.michela1@libero.it
(lettori 202 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: