UE. TOVAGLIERI (LEGA): MERCATO UNICO SOSTENIBILE? MA PRIORITA’ PANDEMIA

(DIRE) Roma, 24 nov. – “Un mercato unico europeo piu’ sostenibile e’ un obiettivo condivisibile, che pero’ deve fare i conti con la dura realta’ di questo momento, in cui la priorita’ e’ riuscire a sopravvivere alla catastrofe economica e sociale della pandemia. Dall’Ue ci aspettiamo meno ideologia e piu’ risposte concrete, con obiettivi raggiungibili e incentivi anziche’ nuovi oneri”. Cosi’ Isabella Tovaglieri, europarlamentare della Lega, nel suo intervento durante la sessione plenaria del Parlamento Europeo. “Stop alle contraddizioni: no alla plastic tax che rischia di far saltare comparti gia’ in ginocchio e non tutela l’ambiente ne’ i consumatori; no all’imposizione di modelli produttivi che minacciano le aziende e fanno pagare ai lavoratori il prezzo della transizione. L’Ue dice di sostenere le produzioni locali, poi introduce etichettature fuorvianti come il Nutriscore, penalizzando intere produzioni senza tutelare la salute dei cittadini; sollecita maggiori scambi nel mercato unico, ma non investe su infrastrutture strategiche come gli aeroporti e taglia i finanziamenti a chi vuole potenziare le attivita’ cargo. Dalle istituzioni europee tante belle parole sulla sostenibilita’, ma- conclude Tovaglieri– fuori di qui ci sono nazioni in affanno, dove aziende, lavoratori e famiglie si preoccupano per il futuro immediato, ancor prima che per gli obiettivi climatici 2050. Vogliamo davvero realizzare un mercato unico sostenibile e rispettoso dei diritti dei cittadini? Servono iniziative coerenti e praticabili, confrontandosi non con i dogmi e le utopie, ma con la drammatica realta’ che stiamo vivendo oggi”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 184 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: