ANAGNI: Pagamento pensioni Poste Italiane dicembre 2020.

dalla S alla Z martedì 1 dicembre
Nel caso di Uffici Postali non aperti su 6 giorni si rappresenta quanto segue.
Apertura su 5 giorni:
I cognomi: dalla A alla C giorno 1
dalla D alla G giorno 2
dalla H alla M giorno 3
dalla N alla R giorno 4
dalla S alla Z giorno 5
Apertura su 4 giorni:
I cognomi: dalla A alla C giorno 1
dalla D alla K giorno 2
dalla L alla P giorno 3
dalla Q alla Z giorno 4
Apertura su 3 giorni:
I cognomi: dalla A alla D giorno 1
dalla E alla O giorno 2
dalla P alla Z giorno 3
Apertura su 2 giorni:
I cognomi: dalla A alla K giorno 1
dalla L alla Z giorno 2
Per tutti gli Uffici Postali aperti in un’unica giornata in tutta la settimana, il
pagamento sarà effettuato a tutte le lettere nella stessa giornata.

La lista degli Uffici Postali abilitati al pagamento delle pensioni e relative informazioni
sulle giornate di apertura saranno disponibili anche sul sito aziendale www.poste.it e al
numero verde 800.00.33.22.
Mi preme ricordarLe che è ancora in vigore la convenzione stipulata tra Poste Italiane e
l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il Paese di età pari o
superiore a 75 anni – che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali
e che riscuotono normalmente la pensione in contanti – possono richiedere, delegando
al ritiro i Carabinieri, la consegna della pensione a domicilio per tutta la durata
dell’emergenza sanitaria, evitando così di doversi recare presso gli Uffici Postali.
Nell’ottica di assicurare continuità nell’erogazione dei servizi di Poste Italiane, sono stati
realizzati nel tempo numerosi interventi per garantire il rispetto delle prescrizioni
sanitarie. In tal senso, sono state previste periodiche sanificazioni dei locali e degli
impianti di climatizzazione, l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass in tutte le
postazioni di front-office non dotate di vetro blindato, la dotazione di gel sanificante nelle
aree aperte al pubblico, nonché il posizionamento di strisce di sicurezza idonee a
garantire il distanziamento interpersonale, a tutela sia della clientela che dei dipendenti
di Poste Italiane.
Nell’interesse dell’intera collettività, infine, nei siti ritenuti più critici in termini di
potenziale afflusso della clientela, saranno previsti servizi di sorveglianza al di fuori degli
Uffici Postali, finalizzati a regolare i flussi di accesso ed evitare assembramenti.
Tuttavia, come avvenuto nei mesi precedenti, siamo certi che grazie al Suo contributo
potranno essere nuovamente intraprese azioni ed iniziative volte a rilevare e gestire
eventuali assembramenti di persone al di fuori degli Uffici Postali.

Certo della prosecuzione della proficua collaborazione istituzionale avviata, che ha già
consentito l’erogazione in totale sicurezza delle pensioni nei mesi scorsi, Le invio cordiali
saluti.

Giuseppe Lasco

(lettori 188 in totale)

Potrebbero interessarti anche...