UGL Frosinone Aree Crisi Complesse.

OLTRE 1 MILIARDO DI EURO PER LE ESIGENZE DEL PARLAMENTO.

VALENTE (UGL FROSINONE): “CI CHIEDIAMO PERCHE’ I NOSTRI RAPPRESENTANTI ELETTI DAL TERRITORIO NON SIANO IN GRADO DI REPERIRE POCHI MILIONI PER I DISOCCUPATI DELLE AREE DI CRISI”.

Un fondo da oltre 1 miliardo di euro per le esigenze del Parlamento. È previsto nella bozza dell’ultima manovra finanziaria. Soldi che potrebbero dare la possibilità ai parlamentari di sostenere alcune iniziative sui territori che la Ragioneria di Stato ha fermato: “Apprendiamo di una pioggia di soldi a disposizione dei deputati e dei senatori pronti ad essere stanziati per varie operazioni sui rispettivi territori di appartenenza. Ci chiediamo – sottolinea il Segretario Provinciale Ugl Frosinone Enzo Valente – come mai i rappresentanti eletti sul nostro territorio non siano in grado di reperire pochi milioni di euro per soddisfare le richieste di circa mille famiglie delle aree di crisi complesse di Frosinone e Rieti ormai sull’orlo del baratro perché da mesi senza alcun sostegno al reddito. Un atteggiamento di intollerabile menefreghismo da parte di che invece è chiamato a risolvere i problemi delle tantissime persone espulse dal mercato del lavoro che, ancora oggi, non riescono a trovare un nuovo impiego. Difficoltà strutturali del nostro sistema economico alle quali si vanno a sommare quelle create dall’emergenza sanitaria, un quadro drammatico al quale però la politica dovrebbe rispondere in maniera seria e determinata. Ci appelliamo affinché si trovi una soluzione in extremis per i disoccupati delle aree di crisi complesse, chiedendo alla Regione Lazio di riconvocare un tavolo e trovare finalmente una soluzione per non lasciare ancora le famiglie appese al filo della speranza ma dare loro una risposta definitiva”.

(lettori 180 in totale)

Potrebbero interessarti anche...