COVID. D’AMATO A FNOMCEO: SENZA ASSISTENZA MEDICI FINISCE TUTTO SU OSPEDALI.

(DIRE) Roma, 16 nov. – “Voglio dire sommessamente al Presidente FNOMCEO Anelli che nell’attuale quadro pandemico nazionale la proporzione pensata a marzo scorso nella prima fase dell’epidemia per le USCA-R, ovvero una ogni 50mila abitanti, e’ assolutamente insoddisfacente oggi. Questo significa dire che gli oltre 600 mila in isolamento domiciliare in Italia e che sono destinati ad aumentare, siano assistiti solo dai mille volontari delle USCA-R anziche’, anche, dai 50mila medici di medicina generale. Trovo tutto cio’ irrazionale. Noi nel Lazio siamo ben oltre la soglia prevista dall’indicazione nazionale avendo reclutato tre volte cio’ che era indicato e nella nostra Regione non vi e’ stato alcun decesso tra i medici di medicina generale e finora nessun caso di positivita’ tra gli operatori delle USCA-R. Qui e’ richiesto uno sforzo unitario se non vogliamo abbandonare a se stessi coloro che sono in isolamento domiciliare o scaricare tutto sugli ospedali”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanita’ della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

(lettori 181 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: