COVID. BOCCIA: LE ZONE NON SONO PAGELLE MA FOTOGRAFIA DELLA SITUAZIONE.

“SERVE GRANDE RESPONSABILITÀ E GRANDE SENSO CIVICO” (DIRE) Roma, 10 nov. “Le zone rosse e arancioni identificate dalla cabina di regia nel monitoraggio continuo dei dati non sono delle pagelle ai territori, ma rappresentano la fotografia di come ogni singola rete sanitaria territoriale e’ in grado di reggere l’evoluzione della pandemia”. Cosi’ il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, su facebook. “Serve grande responsabilita’- esorta poi- buon senso istituzionale da parte di tutti e grande senso civico, proprio come abbiamo fatto insieme nei mesi piu’ difficili di marzo, aprile e maggio. Restiamo accanto con impegno a medici, infermieri e operatori sanitari che anche in questa seconda ondata lottano in prima linea per tutti. Ciascuno di noi puo’ dare il proprio contributo rispettando le regole. Il governo continua senza sosta, insieme alle Regioni, a rafforzare le reti sanitarie territoriali e a sostenere con ristori automatici e immediati le attivita’ economiche che subiscono nuove restrizioni per brevi stop. È l’unico modo per contenere l’epidemia- conclude Boccia– continuando a fare tutto quello che e’ possibile nel rispetto dei diritti di tutti sapendo che salute e vita erano e saranno sempre la priorita’ assoluta”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 177 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: