SANITA’. A ROMA FARMACIE SENZA VACCINI, FEDERFARMA: RITARDI MA DOSI CI SONO.

CICCONETTI: CHIESTO A REGIONE ALLARGARE A FASCIA D’ETÀ 6-17 ANNI (DIRE) Roma, 6 nov. – “Le tranche di 20mila dosi di vaccino antinfluenzale a settimana per le farmacie ci sono, finora ne sono arrivate quattro e lunedi’ ne arrivera’ una quinta. Il problema e’ che le prenotazioni sono cosi’ tante che nel giro di una mattinata si esauriscono”. Lo ha detto, all’agenzia Dire, il presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti. Il servizio delle farmacie riguarda le persone che non rientrano nelle categorie protette, quindi la fascia di popolazione tra i 18 e i 59 anni, che comprende persone senza patologie croniche o immunodepressi, ma che vogliono vaccinarsi per sentirsi piu’ protetti. Dal 16 ottobre, giorno in cui si e’ aperta la possibilita’ di acquisto dei vaccini nelle farmacie di Roma e del Lazio, la vendita e’ stata inarrestabile. Adesso, pero’, in diverse zone della Capitale i cittadini lamentano l’impossibilita’ di accedere al vaccino. “Le farmacie sono subissate di prenotazioni e c’e’ stato anche un ritardo nelle consegne dell’azienda produttrice- ha spiegato Cicconetti-. A detta della Regione Lazio dovrebbe esserci un riassortimento abbastanza cospicuo a meta’ mese”. Uno delle criticita’ riscontrate dalle famiglie riguarda la vaccinazione per la fascia d’eta’ tra i 6 e i 17 anni, che quest’anno non compete ai pediatri ma ai centri vaccinali delle Asl. Questi, pero’, hanno gli appuntamenti gia’ fissati fino a dicembre e oltre. “Abbiamo espresso alla Regione Lazio la nostra volonta’ di coinvolgere le farmacie per questa fascia d’eta’, per far si’ che le persone si rechino li’ per prenderli”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 181 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: