COVID. CATALFO: BENE CAMPAGNA INAIL, DISABILITA’ RISCHIA DI PAGARE TROPPO.

(DIRE) Roma, 1 nov. – “In questi giorni Inail ha lanciato una campagna di comunicazione che punta a sensibilizzare lavoratori, imprese e parti sociali sull’importanza di assicurare la continuita’ lavorativa o l’inserimento in una nuova occupazione per tutte quelle persone che hanno subito infortuni o malattie professionali”. Lo scrive su facebook la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, che spiega: “A fare da testimonial della campagna sono Claudio e Loretana, due imprenditori che nel 2015 hanno temuto di dover rinunciare per sempre ai loro sogni a causa di due gravi incidenti sul lavoro. Ma grazie a un progetto sviluppato dall’Inail, sono potuti tornare a lavoro nelle loro aziende. In un momento come quello attuale, in cui l’attenzione di tutti e’ concentrata sugli sviluppi dell’emergenza Covid-19, questa campagna e’ particolarmente importante. Il mondo della disabilita’, infatti, rischia di pagare il prezzo piu’ alto della crisi che stiamo vivendo. Non dobbiamo e non possiamo permetterlo. Come Ministero del Lavoro e come Governo siamo concentrati a garantire il massimo sostegno al reinserimento lavorativo delle persone con disabilita’. L’attivazione della banca dati per il collocamento mirato, l’adozione di linee guida e l’investimento in formazione adeguata sono fra i primi interventi della nostra strategia”. Catalfo ricorda che “con l’ultima legge di Bilancio e’ stato incrementato il Fondo per il diritto al lavoro delle persone con disabilita’ ed e’ stato istituito un nuovo Fondo per la disabilita’ e la non autosufficienza con una dotazione iniziale di 29 milioni di euro che salira’ a 200 milioni l’anno prossimo e a 300 nel 2022. Garantire il reinserimento professionale delle persone con disabilita’ da lavoro deve essere un obiettivo di tutti, ora piu’ che mai”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 187 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: