OPERA ROMA. FASSINA: RAGGI INTERVENGA, NO A FONDO INTEGRAZIONE SALARIALE.

(DIRE) Roma, 29 ott. – “Apprendo con sorpresa e rammarico che il Teatro dell’Opera di Roma si sta predisponendo a ri-attivare il Fondo di Integrazione Salariale (Fis) per i suoi dipendenti, una soluzione che ne dimezza gli stipendi. Ricordo che la Mozione approvata all’unanimita’ dall’Assemblea Capitolina il 16 Giugno 2020, stigmatizzava il ricorso al Fis durante il periodo di lock-down, data la possibilita’ di ricorrere allo smart working. La decisione attuale e’ ancor meno giustificabile che a Marzo scorso, in quanto i Teatri sono chiusi esclusivamente al pubblico, ma e’ possibile svolgervi attivita’ nel rispetto della normativa Covid vigente: preparazione eventi futuri, prove, concerti in streaming. Peraltro, tale soluzione e’ stata ieri ribadita dal Segretario Generale Dott. Nastasi, in una nota del Mibact. Faccio appello alla Sindaca Raggi, Presidente del Teatro dell’Opera, per un intervento immediato per dare seguito all’impegno al quale e’ stata chiamata dall’Assemblea Capitolina. Chiedo, inoltre, alla Presidente della Commissione Cultura di convocare al piu’ presto in audizione il Sovrintendente Fuortes”. Cosi’ in un comunicato Stefano Fassina, consigliere di SpR promotore di Roma Ventuno.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 182 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: