ROMA. FASSINA: CALENDA NON PUÒ ESSERE SINTESI COALIZIONE.

(DIRE) Roma, 19 ott. – “Non abbiamo tempo da perdere. È urgente preparare un programma di svolta e mettere in campo un’adeguata classe dirigente per attuarlo in Campidoglio e nei Municipi di Roma. Come da impegni sottoscritti la settimana scorsa, entro questa settimana ci ritroviamo al tavolo del centrosinistra. È un tavolo ampio e plurale, come e’ necessario che sia, da aprire alle energie sociali, culturali e civiche della citta’. La priorita’ e’ raccogliere il faticoso lavoro sui territori piu’ difficili fatto negli ultimi anni, riconquistare la fiducia e dare protagonismo politico a quel popolo delle periferie che era stato abbandonato e colpito da troppo tempo. In tale contesto, come a livello nazionale, e’ evidente la necessita’ di un dialogo costruttivo con il M5S, nonostante la ricandidatura della Sindaca Raggi lo inibisca al primo turno delle prossime elezioni amministrative. Una personalita’ come Carlo Calenda, per i legittimi interessi rappresentati, per le conseguenti posizioni politiche e di policy, puo’ ampliare la portata della coalizione, ma non puo’ esserne il punto di sintesi e di aggregazione. Non c’e’ soltanto un problema di autocandidatura. C’e’ un problema di interessi sociali da promuovere e di strategia politica da portare avanti con coerenza e determinazione”. Lo afferma in una nota il deputato di LeU, Stefano Fassina.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 3 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: