SPORT. SPADAFORA: FAREMO DI TUTTO AFFINCHÉ NON SI FERMI DI NUOVO.

“QUESTO IMPLICA MAGGIORE RESPONSABILITÀ IN RISPETTO REGOLE” (DIRE) Roma, 13 ott. – “Abbiamo fatto ogni sforzo possibile, operato a sostegno del settore con misure e risorse mai viste prima, assicurato bonus a una categoria di lavoratori finora invisibile, previsto sostegni a fondo perduto. Stiamo per attivare un fondo per alleggerire le spese derivanti dai nuovi obblighi di igienizzazione e sanificazione, al fine di tutelare l’enorme valore economico e sociale dello sport per tutti. Ne siamo talmente convinti che faremo di tutto affinche’ lo sport, con tutti i benefici che comporta, non si fermi di nuovo. Anche se questo implica una maggiore consapevolezza e una maggiore responsabilita’ da parte di tutti nel rispetto delle regole, dentro e fuori i campi sportivi”. Lo scrive su Facebook il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora. “Lo sport e’ salute, promuove corretti stili di vita e tutela il benessere psico-fisico in ogni suo aspetto e a tutte le eta’”, ha aggiunto il ministro, spiegando che “il mondo sportivo e’ stato tra i piu’ colpiti durante il lockdown e nelle settimane successive: e’ stato tra gli ultimi settori a riprendere, soprattutto lo sport di base, e ancora i numeri della ripresa non sono minimamente paragonabili a quelli precedenti la pandemia”. Ad ogni modo, riconosce Spadafora, “l’analisi svolta dal Comitato Tecnico Scientifico delle curve dei contagi e degli altri indicatori sensibili ha imposto al Governo la necessita’ di prendere scelte difficili, proporzionate, ragionevoli. Tutti i settori risentiranno di una stretta”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 1 in totale, 1 lettori di oggi)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: