Siria, sospetto attacco chimico. A Duma il numero delle vittime sale a 100 persone.

Continua a salire il numero delle vittime causato da un presunto attacco chimico a Duma alle porte di Damasco. Il bilancio iniziale era di 70 morti ma attualmente si stima siano circa 100 le persone ad aver perso la vita. A renderlo noto L’Osservatorio nazionale dei diritti umani in Siria (Ondus).

Secondo al Jazeera, che ha riportato le dichiarazioni di un medico volontario, Moayed al-Dayrani, ci sarebbero “più di 1.000 casi di persone che hanno difficoltà a respirare, a causa di una bomba al cloro sganciata sulla città”. Molte delle vittime, secondo i White Helmets, i soccorritori volontari che operano nelle aree controllate dall’opposizione in Siria, sarebbero donne e bambini. Damasco nega di aver utilizzato armi chimiche, secondo quanto dichiarato da da fonti locali, ma il Presidente Trump su Twitter attacca: “”Il presidente Putin, la Russia e l’Iran sono responsabili per il sostegno all’animale Assad. Grande prezzo da pagare”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

 

Potrebbero interessarti anche...