MADE IN ITALY. CON ICE OLTRE 370 OPERATORI DA 52 PAESI AL CIBUS 2016.

cibus parmaAnche per l”edizione 2016 di Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione, in programma a Parma dal 9 al 12 maggio, si rinnova la collaborazione tra Ice – Agenzia per la promozione all”estero e l”internazionalizzazione delle imprese italiane e Fiere di Parma. L’attività di incoming curata dall’Agenzia Ice coinvolge oltre 370 tra buyer, retailer e importatori provenienti da 52 Paesi esteri, con una significativa presenza di operatori dal Nord America, area focus del progetto di promozione “Extraordinary Italian Taste” promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Nel corso delle 4 giornate le delegazioni di buyer esteri avranno la possibilità di incontrare, conoscere e approfondire la migliore offerta espositiva, per tutte le categorie merceologiche, della produzione agro-industriale italiana. Sono in corso numerose visite presso gli stand degli espositori italiani ed incontri business-to-business presso il punto servizi dell”Agenzia Ice. In particolare, viene presentata domani l’Indagine sull”e-commerce in Giappone “Selling to Japan Online” uno studio realizzato dall”Ice con lo scopo di supportare e favorire l”entrata nel mercato locale, attraverso i canali del commercio elettronico, per i settori agroalimentare e vini “made in Italy”. Così in un comunicato Ice.

“L’indagine- ha sottolineato il Direttore Generale dell”Agenzia Ice, Roberto Luongo– è stata realizzata con l’obiettivo di favorire le vendite italiane di agroalimentari e vini tramite i siti di commercio elettronico. I consumatori giapponesi stanno spostando sempre più le proprie scelte di acquisto su prodotti enogastronomici di qualità. Se da un lato entrarvi passando attraverso partner locali è un’opzione consigliabile, molte delle imprese straniere di maggior successo in Giappone oggi lo fanno direttamente. Abbiamo quindi inteso offrire alle aziende italiane uno strumento per entrare nel mercato giapponese dell’e-commerce che nel 2021 avrà un valore totale di 25.6 miliardi di ¥, pari al 20%del mercato retail”. Al fine di facilitare gli incontri e rendere proficua la missione a Cibus, per i buyer esteri è stata predisposta, da parte di Fiere di Parma, una piattaforma che consente agli acquirenti di selezionare- in modo del tutto autonomo e secondo le proprie esigenze di ricerca- e contattare, in vista della fiera, le aziende espositrici di loro interesse. A supporto degli operatori italiani, l’Agenzia Ice ha allestito desk di assistenza sui mercati esteri, disposti nella Buyers Lounge, allo scopo di fornire informazioni alle aziende espositrici interessate ad esportare nei Paesi rappresentati. I Trade Analyst degli Uffici Ice coinvolti saranno a disposizione delle aziende espositrici per dare informazioni su Giappone, Taiwan, Stati Uniti, Canada, Cina e Cile. In collaborazione con Fiere di Parma l’Agenzia Ice ha poi organizzato la partecipazione ad una serie di visite guidate, presso selezionate realta” produttive e distributive italiane. Il 12 maggio si svolgeranno dei Retail Tour per presentare le diverse metodologie di vendita dei prodotti alimentari italiani ed infine per il 13 maggio sono programmati Technical Tour, articolati in 3 itinerari dedicati a pasta, prodotti da forno, dolci, e prodotti senza glutine; all’olio, aceto, salse, conserve vegetali; salumi, prodotti caseari che i delegati potranno scegliere secondo i propri interessi, conclude Ice.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...