(LZ) SANITÀ. ABBRUZZESE: ATTIVAZIONE NEUROCHIRURGIA FROSINONE SIA REALTÀ.

“Auspico che l’annuncio apparso sui quotidiani locali e relativo l’attivazione delle unita’ di Neurochirurgia e Radiologia Interventistica presso l’ospedale Spaziani di Frosinone, non sia l’ennesima trovata mediatica di Zingaretti. Servono tempi certi per la realizzazioni di questi importanti reparti fondamentali per la definizione, in futuro, del Dea di II Livello. Molte promesse del governo regionale, soprattutto in campo sanitario, sono rimaste solo sulla carta e la situazione drammatica in cui versa la rete ospedaliera del territorio ne e’ la viva testimonianza. I pronto soccorso non riescono piu’ a dare risposte celeri ai pazienti, ammassati come bestie nei corridoi o in qualsiasi pertugio disponibile all’interno delle strutture sanitarie. Questa non e’ di certo la sanita’ di cui ci aveva parlato Zingaretti e su cui aveva chiesto ai cittadini di ‘immaginare’. In campagna elettorale parlava di assistenza sanitaria efficiente e vicina alle persone, sono passati quattro anni e quotidianamente veniamo informati dei disservizi che coinvolgono l’intero sistema regionale legato alla sanita’. In provincia di Frosinone le persone si sentono abbandonate da questo modello imposto dal governatore, che si e’ rivelato un plateale fallimento. E l’unico che ancora non se ne e’ accorto e’ proprio Zingaretti. La circostanza ancor piu’ drammatica e’ che di fronte a simili fatti oggettivi, non vengono prese decisioni o provvedimenti alternativi, sia dalla Regione Lazio che dalla locale Asl, per tamponare le emergenze e per restituire dignita’ e privacy alle strutture di emergenza e urgenza del territorio”. Cosi’ in un comunicato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e Presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...