(LZ) COMUNE. FATTORI: IN POLITICA L”INGENUITÀ È COLPA GRAVE.

(DIRE) Roma, 19 dic. – “In politica l”ingenuita” e” colpa grave. Ci ho messo molto a elaborare quello che sta succedendo a Roma, ho osservato a lungo e ascoltato in silenzio cercando di valutare con la massima obiettivita”. E ora, voglio dire la mia, visto che sono stata eletta e vivo nella zona della Citta” metropolitana”. Lo scrive su facebook Elena Fattori, senatrice M5s. “Il 15 settembre- continua- scrissi un post ”su Roma e” ora di fare chiarezza” sperando si aprisse un confronto su quanto, con grande evidenza, stava accadendo a Roma. Senza purtroppo avere nessun riscontro. Il MoVimento e” nato sui territori coagulando la rabbia e l”insoddisfazione in impegno civile. Gli attivisti della prima ora si sono dati da fare semplicemente perche” era giusto cosi” senza neanche pensare a posizioni, poltrone, potere e orpelli ingombranti che riguardavano altri mondi. Perche” l”acqua non era potabile o disponibile o perche” la sanita” e” disastrata, le scuole fatiscenti…cercavamo solo e unicamente di avere un posto migliore dove vivere. Per questo eravamo pochi e motivati”.

Poi, prosegue la senatrice 5 stelle, “siamo entrati nelle istituzioni, perche” era giusto cosi”, da li” avremmo potuto contribuire di piu” e meglio portando le nostre battaglie civiche laddove si decide. Milioni di italiani ci hanno dato l”incarico di tutelare il loro futuro e da allora in poi la faccenda e” diventata molto seria. Siamo diventati la prima forza politica e perció particolarmente interessanti per arrivisti e opportunisti di ogni genere. E carta da giocare per lobbisti o portatori di interessi a volte leciti e sacrosanti, a volte meno leciti e piu” spesso illeciti o ignobili. Gente efficientissima nel fare il proprio interesse, perche” se la meritocrazia e” viva e vegeta in Italia, lo e” solo dove girano piu” soldi e la competizione e” piu” feroce cioe” nel mondo dei grandi interessi illeciti. In Senato, dove i numeri contano, siamo entrati in 55 e rimasti in 36 e molti nostri ex hanno dato la fiducia sl nuovo Governo, non c”e” bisogno di aggiungere molto. Per questo credo che dopo questo percorso l”ingenuita” sia una colpa grave, avere a che fare con il Potere e saperlo gestire in maniera nobile e” la parte principale del lavoro in politica”. “Il Movimento- dice ancora Fattori- deve trovare la sua strada sviluppando gli strumenti per affrontare l”enorme sfida di riabilitare un Paese stupendo e perduto come il nostro. La forza puó e deve venire, come all”inizio, dalla passione dei territori ma gli strumenti per farla crescere in un edificio solido vanno messi a punto. Quelli usati finora non sono sufficienti. Quindi, barra dritta per Roma e per il MoVimento, ma su quella nave sono imbarcati milioni di Italiani, non dimentichiamocelo”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...