IL FROSINONE CADE IN CASA

Al Matusa la Salernitana supera per 3-1 il Frosinone vincendo meritatamente la partita. La squadra di Marino ha disputato una delle più brutte partite del suo campionato anche se non mancano delle attenuanti. La squadra è infatti stata senza dubbio penalizzata dagli infortuni che hanno costretto prima Cocco e poi Paganini a lasciare il campo. Al di là di tutto ciò resta comunque, come già detto, la prestazione incolore con alcuni uomini chiave che oggi sono stati poco brillanti. La Salernitana ha comunque vinto meritatamente disputando un’ottima prestazione con Vitale, Rosina e Coda migliori in campo. Agli ordini del signor Abbattista si comincia in uno stadio gremito in ogni ordine di posti e con circa 700 tifosi ospiti presenti nella curva sud del Matusa. La prima emozione è al 13′ quando su un cross di Vitale dalla trequarti, Rosina sbuca alle spalle dei difensori canarini e di testa batte Bardi. Al 17′ ammonito Busellato tra i campani ed al 21′ Dionisi si libera bene in area ma calcia alto. Al 23′ una conclusione di Dionisi è deviata in angolo dal difensore Bernardini e dalla bandierina Soddimo calcia un pallone con effetto a rientrare verso la porta e la sfera forse anche leggermente deviata da Coda si insacca alle spalle del portiere Terracciano. Al 29′ Cocco infortunato lascia il posto a Churko. Al 36′ Busellato solo in area calcia alto dal dischetto del rigore e al 37′ su un pallone sfuggito a Terracciano Dionisi serve indietro per l’accorrente Paganini che dal limite dell’area con la porta sguarnita calcia alto. Al 40′  seconda sostituzione tra i padroni di casa con Frara che subentra all’infortunato Paganini. E’ questa l’ultima emozione del primo tempo. La ripresa inizia  e il primo episodio da segnalare è al 9′  con l’ammonizione di Vitale. Al 10′  punizione di Kragl dalla destra, sul cross colpo di testa di Churko bella respinta del portiere Terracciano sulla sfera si avventa M. Ciofani che a porta vuota conclude a lato. All’11’ ammonito Tuia e al 13′ tra i campani Laveroni subentra a Zito e al 20′ Caccavallo prende il posto di Improta. Al 23′ splendido cross dalla sinistra di Vitale e Coda  al volo raddoppia battendo Bardi. Al 34′ mischione in area campana con il pallone che deviato da Churko colpisce il palo. Al 38′ il giovane Volpe debutta in serie B sostituendo Crivello. Al 39′ clamoroso errore di Brighenti che perde palla sulla trequarti permettendo a Coda di involarsi verso Bardi e di batterlo in uscita. Al 42′ ammonito Soddimo e al 44′ Joao Silva subentra a Coda e poi non c’è più nulla da segnalare se non il triplice fischio dell’arbitro Abbattista che sancisce la meritata vittoria della Salernitana. La squadra campana ha avuto il grosso merito di non accontentarsi del pareggio ma di aver cercato con grande personalità di vincere la partita in casa di una delle più forti squadre del campionato. Per concludere dispiace che la squadra di Marino abbia perso la sua imbattibilità proprio in casa e davanti ai suoi inimitabili tifosi che anche oggi non hanno mai smesso di incitare i propri beniamini, ma il calcio è questo ed ora bisogna mettersi immediatamente alle spalle questa sconfitta per poter riprendere il cammino sin dal prossimo turno che vedrà il Frosinone impegnato venerdi sera a Trapani.

Potrebbero interessarti anche...