GOVERNO. RINVIO ADEGUAMENTO ANTINCENDIO SCUOLE. QUADRINI, “UN GOVERNO FOTOCOPIA ANCHE IN MATERIA DI SICUREZZA SCOLASTICA”.

Frosinone, 6 gennaio 2017. “Un governo fotocopia del precedente anche in materia di sicurezza scolastica. Non è accettabile che il 58% delle scuole del nostro paese siano prive, ancora oggi, della certificazione antincendio”. Questo afferma il Presidente della commissione edilizia scolastica della provincia di Frosinone ing.Gianluca Quadrini alla luce di quanto approvato dal governo Gentiloni con il decreto ‘milleproroghe’ mettendo nero su bianco il fatto che l’opera di adeguamento non è ancora terminata e la scadenza entro la quale nelle scuole italiane sarà garantita l’osservanza di tutte le norme antincendio è stata nuovamente prorogata al 31 dicembre 2017. Un adeguamento che va di rinvio in rinvio. A fine 2015 l’esecutivo Renzi lo aveva rimandato per mancanza del nuovo regolamento, che però nel frattempo è stato approvato.
Ennesimo buco nell’acqua di questo governo per il quale la messa in sicurezza delle persone non è certo la priorità. Ci sono 43mila istituti italiani che necessitano di ottemperare ai nuovi obblighi che riguardano tra l’altro anche adeguamento dell’impianto elettrico e di produzione del calore, la dotazione di estintori portatili e di un sistema di allarme, nonché la regolamentazione delle uscite di sicurezza. E’ scandaloso che il termine per presentare la nuova segnalazione certificata di inizio attività sia stato rinviato con due anni di ritardo rispetto al previsto. La proroga, inoltre, della scadenza per utilizzare i 100milioni di euro disposti dall’Inail per la sicurezza delle scuole e che vede molti cantieri non ancora aperti con il rischio di perdere le risorse è il segnale che questo governo non opera per il bene della comunità, ma per interessi personalistici. La salute e la sicurezza sono diritti fondamentali e inalienabili di ciascuno sanciti dalla costituzione e chi detiene il potere deve garantirli”.

Le false promesse da parte del governo di una rinascita del paese sono risultate infondate e di questo passo esso continuerà a sprofondare ancora. Gli italiani non si sentono più rappresentati politicamente da chi amministra e lo hanno dimostrato. Il nostro paese ha bisogno di un cambiamento radicale e decisivo che possa portare ad una rinascita. Solo quando si opera per il bene dei cittadini e del territorio attraverso progetti ed azioni concrete valide si può garantire un futuro degno al paese”. -conclude il consigliere azzurro Quadrini-.

Ufficio stampa
Gianluca Quadrini,

Consigliere provinciale e dirigente di Forza Italia

Presidente commissione edilizia scolastica

Potrebbero interessarti anche...