ECCELLENZA LAZIO GIRONE B: INSIEME AUSONIA – ANAGNI 0-1

ECCELLENZA LAZIO GIRONE B

INSIEME AUSONIA – CITTÀ DI ANAGNI 0-1

INSIEME AUSONIA: Ferrelli, Di Vito, Senzio, Gemmiti, La Manna, Pirolozzi N., Coker (Pascarella 56), Badu, Bracco (Di Palma 70’), Pirolozzi E. (Gioia 54’), Natoni (Baglione 49’). A disp.: Scognamiglio, Quirino, Gioia, Di Palma,Baglione, Gatti e Pascarella.

Allenatore: Roberto Gioia

CITTÀ DI ANAGNI: Saccucci, Scala, Pappalardo, Lustrissimi, Pralini, Padovani, Lleshi Stazzi 64’), Giustini, Cardinali, Prati (Flamini 81’), Federici (Carfora 74’). A disp.: Gazerro, Brahushaj, Seppani, Carfora, Flamini, Stazzi, Perrotti. 

Allenatore: Fabio Gerli

ARBITRO: Federico Forconi (Roma 2), Luigi Orlando e Simone Morlacchetti (Roma 2)

MARCATORI: Giustini (14’)

NOTE: Ammoniti Di Vito e Bracco, La Manna per l’Insieme Ausonia, Scala e Flamini per l’Anagni

Una sconfitta di misura per l’Insieme Ausonia, nel match con la capolista Anagni, che supera lo scoglio di una insidiosa trasferta nella bellissima cornice dello stadio di Madonna del Piano. Il Città di Anagni si dimostra sempre sicuro in campo, puntando su un modulo 1-4-4-2, con i due attaccanti sfalsati, Cardinali che fa reparto a sé e Federici a presidiare la fascia destra. Dall’altra parte l’Insieme Ausonia si presenta in campo con il suo classico 1-4-3-3 con Badu vertice basso e due mezz’ale di grande inserimento Natoni e Pirolozzi E.. Squadra espertissima e cinica, l’Anagni sfrutta le occasioni del calcio da fermo: il gol matura proprio da queste basi, con la punizione da tre quarti, colpo di testa di Cardinali che si stampa sulla traversa, al volo ribadisce con un ottimo fendente Giustini. Dopo l’1 a 0 l’Anagni non si farà più vedere in fase offensiva se non su calci da fermo, calci d’angolo e punizioni, abilmente guadagnate dagli attaccanti, che comunque impensieriscono sempre i padroni di casa, mettendo in atto efficaci ed oliati attacchi allo spazio avversario. L’Insieme Ausonia, stordita dall’inaspettato svantaggio, non riesce a reagire fino al duplice fischio della prima frazione di gioco. È solo nella ripresa che si assiste ad una partita diversa: i cambi attuati da mister Gioia (Baglione per Natoni e Pascarella a rilevare un Coker mai realmente sceso in campo) imprimono una netta svolta nel gioco dei padroni di casa, che diventa pericoloso ed incisivo. Manca solo una cosa: la concretizzazione. Il team di casa comincia a crederci, l’Anagni comincia a temere di perdere il prezioso vantaggio acquisito. Ma la squadra ospite si fa ancora pericolosa con azioni da palla ferma: sfiora il gol su calcio di punizione con Pralini, che colpisce di testa ma la spedisce di poco a lato. L’impegno dei padroni di casa si concretizza con un salvataggio in extremis su Gemmiti e soprattutto, a recupero già iniziato, con il lancio che innesca l’ala sinistra Gioia, che in area di rigore va in regolare contrasto spalla a spalla con il centrale Pralini. Quest’ultimo cade e mentre Gioia s’invola per cercare la rete, l’arbitro fischia un fallo che al pubblico è apparso onestamente inesistente. Partita di calcio di grande livello, quella tra Insieme Ausonia e Anagni, in una cornice magnifica: rimpianto per i padroni di casa di non aver potuto regalare la gioia del gol ai propri tifosi; ma conferma per l’Anagni del primato quanto mai meritato in classifica, frutto della decisa compattezza del sistema difensivo e dell’ottima qualità degli attaccanti presenti in campo e in panchina.

Potrebbero interessarti anche...