COMUNALI. STORACE: IRRESPONSABILITÀ CENTRODESTRA CONDANNA A SCONFITTA.

storace“I MIEI APPELLI ALL”UNITÀ NON HANNO SORTITO ALCUN EFFETTO” (DIRE) Roma, 22 apr. – “Noi siamo in campo. Ormai con liste complete, condurremo la battaglia per il Campidoglio direttamente con il nostro popolo. Gli schieramenti resteranno quelli cui ci ha costretto l’irresponsabile atteggiamento del centrodestra, che non e” stato capace di trovare unità”. Lo scrive Francesco Storace, candidato sindaco di Roma.
“A meno di colpi di scena made in Berlusconi, gli elettori del centrodestra troveranno quattro nomi di riferimento sulla scheda elettorale. Il mio, e quelli di Bertolaso, Marchini e Meloni. I miei appelli all’unità non hanno sortito alcun effetto ed è davvero difficile pretendere da me altra pazienza. La Meloni è arrivata addirittura a sparare il diktat: niente alleanze al ballottaggio. Come nel 2008. Non vuole vincere le elezioni ma solo fare la sua figura. Dopo il mandato esplorativo a Berlusconi, affidatogli ieri da Forza Italia, non ho sentito nè visto il Cavaliere, il che vuol dire che si sono arresi o che impera la logica dei veti contro di noi. Nessun riferimento è venuto da Giorgia Meloni- prosegue Storace su Il Giornale d’Italia- se volesse davvero governare il Campidoglio, userebbe ben altro atteggiamento nei confronti di chi potrebbe essere decisivo per il ballottaggio e poi per la vittoria. A Berlusconi, la Meloni si è rivolta con frasi irriverenti. A noi ci imputa il sostegno di Alemanno quasi che in Campidoglio a governare con l’ex sindaco ci fossimo stati noi e non i suoi candidati di oggi.
Noi continuiamo a pensare al bene di Roma. Che se non riuscirà ad avere un sindaco di destra, farà bene a preoccuparsi di avere in Campidoglio riferimenti certi per la battaglia di opposizione a chi vincerà. Dire che “le porte sono aperte” senza preoccuparsi di un briciolo di discussione programmatica, significa ignorare storie e comunità. Se non siete capaci di comprenderlo, ci avrete inesorabilmente contro. Affermare che non ci saranno apparentamenti al ballottaggio è anche ovvio: continuando così ci andranno Giachetti e Raggi”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...