CAMERA. DOMENICA MONTECITORIO A PORTE APERTE CON PRESIDENTE BOLDRIN.

(DIRE) Roma, 12 gen. – Primo appuntamento dell’anno con Montecitorio a porte aperte all’insegna della musica. Nella Sala della Regina, alle 12, con diretta webtv, alla presenza della Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, “Da Fellini a Tarantino, le colonne sonore italiane di successo nel mondo”, concerto del Maestro Vince Tempera. Saranno eseguiti, tra gli altri, brani di Nino Rota, Ennio Moricone, Armando Trovajoli, Riz Ortolani e Luis Bacalov. L’evento sara’ preceduto alle 11, in piazza Montecitorio, dal concerto della Banda musicale della Polizia di Stato, direttore Roberto Granata. Il programma iniziera’ con l’esecuzione dell’Inno nazionale italiano e terminera’ con quella dell’Inno europeo. In particolare, saranno eseguiti brani di: E. Abbate (A Tubo); J. Fucik (Florentiner March op. 214); G. Rossini (Guglielmo Tell – Ouverture – Galop). Dopo il concerto in piazza, la presidente Boldrini accompagnera’ gruppi di visitatori all’interno di Montecitorio. L’accesso al Palazzo sara’ possibile dalle 10,30 alle 15,30. La visita si svolge per gruppi e ogni partecipante dovra’ essere munito di un biglietto che avra’ ritirato gratuitamente, lo stesso giorno della visita, presso l’Infopoint (via Uffici del Vicario, angolo via della Missione) che sara’ aperto fin dalle 9,30. Ciascun visitatore puo’ richiedere, fino a esaurimento, un massimo di due biglietti se adulto, e i biglietti per i minori che accompagna, scegliendo l’orario di visita. I possessori dei biglietti sono tenuti a presentarsi all’ingresso di Piazza Montecitorio dieci minuti prima dell’orario indicato; dopo l’ingresso del rispettivo gruppo, non sara’ comunque consentito l’accesso di eventuali visitatori in ritardo. Durante la visita potranno essere ammirati alcuni fra gli ambienti piu’ importanti e rappresentativi del Palazzo, a cominciare dall’Aula, con i pannelli del fregio di Sartorio che decora l’emiciclo, il Velario, imponente decorazione liberty di circa 800 metri quadrati in rovere di Slavonia, vetro colorato e ferro, il Transatlantico – salone antistante l’Aula che deve il suo nome all’illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche – la Sala della Lupa, la Sala della Regina, la Sala Aldo Moro, la Sala del Cavaliere. 

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...